Per l'Università che Vogliamo e la Zona Franca Urbana

Opere, Progetti e Finanziamenti conseguiti e Lavori in corso

Il lavoro di questi anni trova oggi il riaccendersi di una speranza di sviluppo/occupazione concreta, con il nuovo decreto "Monti" sulla (ri)partenza delle Zone Franche Urbane. Dopo il bluff del governo Berlusconi/Tremonti, che ha generato incertezze e delusioni in quanti avevano creduto nelle ZFU, oggi la svolta con le nuove determinazioni governative che ci trovano assolutamente preparati, poiché in questi anni abbiamo alacremente lavorato investendo risorse ed energie in quella porzione di territorio (San Giuliano - San Cusumano - Lungomare Dante Alighieri) che, sebbene di forte degrado, presenta opportunitá di occupazione in primo luogo per i residenti (almeno il 30% della possibile occupazione), di sviluppo socio-economico per le aziende e per quanti nuovi investitori decideranno di scommettere assieme a noi.

Ecco l'elenco delle proposte che in questi anni abbiamo comunque candidato nella Zona Franca Urbana ericina e i relativi finanziamenti conquistati, in corso di spesa e/o appalto e/o prossimo venturo per opere e servizi:

1. Zona Franca Urbana: che vuol dire benefici fiscali per le aziende che vi s'insediano e ricadute occupazionali per gli abitanti del quartiere (ri-finanziate dallo Stato per le annualitá 2008-2009 per circa 3,8 milioni di euro);

2. Programma Integrato: che vuol dire Campus e servizi per l'università, attivitá commerciali, strutture ricettive (finanziate da Stato-Regione per circa 20 milioni di cui 16 a carico dei privati). Al riguardo, stamani abbiamo ribadito agli Studenti rappresentanti dei Movimenti Studenteschi la disponibilità ad erogare nel 2013 un contributo straordinario al Consorzio universitario, a condizione che concretamente ci s'impegni, anche statutariamente: a) a mandare fuori la politica, tutta, dall'Università; b) al co-finanziamento dei Comuni Soci in rapporto proporzionale agli abitanti/studenti; c) a rinegoziare le scelte formative con l'Università di Palermo, in aderenza a concrete ipotesi di future occasioni occupazionali; d) a perseguire con decisione la mission per il raggiungimento dell'autonomia e la nascita dell'Ateneo della Sicilia Occidentale (in tale direzione, gli forzi correnti per la prima infrastrutturazione del Campus...);

3. Contratto di Quartiere: che vuol dire ristrutturazione di alcune palazzine del popoloso quartiere di San Giuliano e nuove opere di urbanizzazione (finanziato da Stato/Regione per 6 milioni di euro);

4. Baden Powell: che vuol dire rifacimento funzionale della locale scuola, chiusa da un ventennio, i per i piccoli studenti del quartiere San Giuliano (finanziato dalla Regione per 1,3 milioni di euro);

5. Centro Sociale Peppino Impastato di via I. Poma: rifacimento prospetti (finanziato dalla Regione per 180.000  euro);

6. Video Sorveglianza: che vuol dire piú sicurezza per i cittadini e per le aziende che si insedieranno in z.f.u.  (finanziato dal Ministero - PON Sicurezza per 370.000 euro);

7. Bike Sharing: che vuol dire mobilitá sostenibile per l'intero territorio e in particolare per il lungomare Dante Alighieri e la z.f.u. (co-finanziato dal Ministero per l'Ambiente per circa 400.000 euro):

8. TensoStruttura sportiva: nella porziale gestionale comunale dell'area sud di pertinenza del Campo Bianco nell'ambito del Pon Sicurezza "Sport e legalità" (finanziamento per circa 250.000 euro);

9. Cittadella dello Sport  - Comitato Italiano Paralimpico: che vuol dire opportunitá di lavoro e politiche per lo

Sport (progetto da appaltare in concessione project financing per circa 14 milioni di euro).

Ma ancora oltre a questi interventi, quasi tutti già finanziati e di prossimo appalto e/o lavori in corso e in fase d'esecuzione, abbiamo continuato, sfruttando il riconoscimento ZFU come a un felice "cavallo di Troia" a produrre nuove opportunità per l'investimento privato e non per l'area in esame, possibilità occupazionale e nuovi servizi per i residenti e non solo, e in quest'ottica abbiamo fatto predisporre una variante urbanistica per l'area della ZFU già approvata in Giunta e prossima ad approdare in Consiglio Comunale per l'adozione.

E in questo percorso, s'innestano altri progetti che abbiamo candidato qualche giorno fa al Ministero delle Infrastrutture. Parliamo della partecipazione al "Piano Nazionale per le Città" che predisposto dagli uffici e approvato dalla Giunta è stato candidato nei tempi previsti al competente Ministero. La nostra proposta prevede il completamento del Contratto di Quartiere intervenendo per le manutenzioni straordinarie nelle rimanenti palazzine di proprietà degli IACP e in nuove e piú funzionali urbanizzazioni su San Giuliano / via dei Pescatori e per la riqualificazione del Lungomare Dante Alighieri, per un totale di 7 milioni di euro.

L'Assessore alle Opere Pubbliche/Sviluppo, Gianvito Mauro

Il Sindaco, Giacomo Tranchida

 



 

Utilizziamo i cookies per migliorare l'esperienza d'uso del nostro sito web. Continuando la navigazione accetti la nostra informativa sui cookies. Per saperne di piu'

Ok

Utilizziamo i cookies per migliorare l'esperienza d'uso del nostro sito web. Continuando la navigazione accetti la nostra informativa sui cookies.