ZONA FRANCA URBANA DI ERICE

Note e informazioni sulla Zona Franca Urbana di Erice - In allegato è disponibile ulteriore documentazione.

Le istanze potranno essere presentate a decorrere dalle ore 12:00 del 5 marzo 2014 e sino alle ore 12:00 del 23 maggio 2014 per via telematica e firmate digitalmente, dovranno essere presentate, complete di eventuali allegati, in via esclusivamente telematica tramite la procedura informatica accessibile dalla sezione "ZFU" del sito Internet del Ministero dello sviluppo economico: www.mise.gov.it.

Mappa ZFU

Finalmente si parte! 

Non nascondiamo la soddisfazione per la pubblicazione sul sito del Ministero dello Sviluppo Economico del bando per le zone franche urbane siciliane, anticipataci dal Ministro Graziano Delrio in occasione della partecipazione ad Erice ad una delle ultime iniziative di sprone organizzate. Il lavoro svolto in questi 5 anni - con testardaggine tutta "muntisa" - ha portato i primi suoi frutti, ovvero una dotazione finanziaria di €. 7.795.073,85, quali incentivi ai fini imprenditoriali e occupazionali sotto forma di sgravi vari (tasse, imposte e contributi previdenziali). Il Tutto nonostante il pessimismo mostrato dalle imprese e dalla locale politica degli Onorevoli, Deputati e Senatori (assai latitanti al riguardo).

 

 

Gli sgravi fiscali della ZFU sono solo uno degli obiettivi raggiunti. Molteplici invece le iniziative realizzate, che ci hanno consentito di ottenere nuove opportunità di lavoro per i nostri cittadini e opportunità di investimenti per le nostre imprese nella cosiddetta "zona bersaglio" sul mare (quartieri di San Giuliano e San Cusumano). A riguardo giova ricordare la nuova pianificazione urbanistica per la nostra ZFU, già adottata dal Consiglio comunale (in attesa di approvazione da parte dell’Assessorato Territorio e Ambiente), che consentirà di dotare l’area interessata di nuove infrastrutture e nuove destinazioni più consone alle potenzialità/vocazione territoriale. Ma anche tanti nuovi progetti attivati grazie alla partecipazione ai vari bandi pubblici disponibili: PON Sicurezza - finanziamento di una struttura sportiva polifunzionale nell’area comunale dell'ex Campo Bianco (circa 500 mila euro); Piano per le Citta per urbanizzazioni (a completamento del Contratto di Quartiere per 7 milioni di euro); Recupero dei finanziamenti del Contratto di Quartiere (in attesa ok definitivo della Regione – 6 milioni di euro); Programma Integrato, pubblico/privato (circa 4 milioni di euro più altri 20 milioni circa da compartecipazioni private); Pista ciclabile (circa 400 mila euro); Recupero della Scuola Baden Powell (1,3 milioni di euro); Video sorveglianza Pon Sicurezza (160 mila euro); Riqualificazione prospetti Centro Sociale ed Uffici comunali di via Poma (140 mila euro).

La nostra strategia non è stata quella di restare ad aspettare solo gli sgravi fiscali della ZFU. Al contrario, nell’attesa, abbiamo utilizzato la ZFU come “cavallo di Troia” onde poter conseguire finanziamenti dedicati all’area bersaglio da riqualificare. Ma non ci fermeremo ai risultati conseguiti. Al contrario continuiamo ad interagire con la Regione affinché i fondi europei non utilizzati non ritornino a Bruxelles, ma vengano dirottati sui territori delle ZFU. Abbiamo inoltre iniziato a lavorare, insieme ai comuni dell’Agro Ericino (con i quali abbiamo costituito un raggruppamento con Erice capofila), alla prossima programmazione dei fondi europei 2014-2020. Siamo infatti consapevoli della complessità dei bisogni dei territori e riteniamo che solo una visione strategica di insieme, oltre gli steccati politico-territoriali, possa avere forza e credibilità tali da rilanciare il nostro territorio e sostenere le nostre comunità, creando nuove opportunità di sviluppo, nuovi posti di lavoro, migliori condizioni di vita sociali ed ambientali.

L'Assessore Grandi Opere, Sviluppo e ZFU

Arch. Gianni Mauro

Il Sindaco

Giacomo Tranchida

______________________________________________________________________________________________________                                                         

La ZFU di Erice in pillole

 

ANALISI DEL TERRITORIO COMUNALE

a. Dimensione demografica del comune: ab. 29.338 › 25.000

b. Tasso di disoccupazione del Sistema Locale del Lavoro: 17,90%     › 7,70%

1. AREA URBANA BENEFICIARIA

a. Dimensione demografica dell’area: ab.  7.639  › 7.500

b. Quota popolazione residente nell’area sul totale: 25,51%

c. Tasso di dis. area in comparazione a quello comunale: 1,12          › 1

2. PERIMETRAZIONE DELL’AREA BENEFICIARIA

L’area è sita a margine del centro abitato di Erice Casa Santa e precisamente confina ad est con il litorale ( mar tirreno), a nord con aree non edificate, ad ovest in parte con aree inedificate e in parte con  il tessuto urbano, a sud con il comune di Trapani.

Clicca sull'immagine per accedere alla mappa on-line

Per accedere alla mappa on-line della ZFU clicca qui

3. L’AREA URBANA BENEFICIARIA

L’area individuata è localizzata nell’immediata periferia a nord-ovest dell’insediamento costiero del Comune Erice, una tra le aree più degradate del territorio comunale, cresciuta disordinatamente e per fatti episodici. Si tratta di  un’area di margine molto significativa per il riequilibrio del territorio costiero della città dove insistono una serie di istituzioni e strutture importanti quali l’università, il carcere, la tonnara e prima fra tutte la costa dotata di una magnifica spiaggia che rimane ancora oggi la principale meta per i turisti, gli abitanti di Erice e della contigua Trapani.

Particolare rilievo riveste dunque questa parte di territorio urbano, contiguo alla costa, investito negli anni del dopoguerra da pesanti interventi di edificazione, sia residenziale che produttiva, oggi in grave stato di degrado, e da un processo di urbanizzazione spesso abusivo, che ha lasciato una scacchiera di immobili oramai dismessi o episodi di aree in abbandono, aggredite da diverse forme di degrado ambientale. 

A tale proposito, assume particolare rilevanza la contiguità della Z.F.U. con quella di una serie di interventi messi in atto in questi anni da questa amm.ne e tesi non colo allo sviluppo dell’area ma anche alla sua sicurezza:

  1. Variante urbanistica;
  2. Contratto di Quartiere;
  3. Programma Integrato;
  4. Piano delle città;
  5. Recupero della Baden Powell;
  6. Recupero del Centro Sociale;
  7. Spostamento Comando VV.UU.;
  8. Sistema di video controllo;

ZONE FRANCHE URBANE (ZFU): sgravi fiscali, agevolazioni e finanziamenti per le aziende e piccole imprese che investono in periferia.

Ecco come funziona

La Finanziaria 2008 introduce le ZFU (Zone Franche Urbane), delle aree in cui piccole aziende e microimprese possono usufruire di agevolazioni fiscali e contributive. Le ZFU (Zona Franca Urbana) sono dei piani di sviluppo di determinate aree degradate delle zone periferiche delle città che cercano di fare leva, diminuendo la fiscalità generale, sulle piccole attività che scelgano di posizionarcisi. Sono state introdotte in Italia con la legge Finanziaria per il 2007 e riproposte nel 2008 e dopo varie vicissitudine sono finalmente arrivare ai nastri di partenza. Infatti con Decreto del 23.01.2014 il MISE ha finalmente emanato il relativo bando per la Sicilia con le dotazioni finanziarie per le singole ZFU che dalle originari 3 in Sicilia ( Erice, Catania e Gela) son diventate oggi 18. Nella nostra provincia a quella originaria del Comune di Erice si sono aggiunte quelle di Castelvetrano e Trapani con le seguenti dotazioni finanziarie:

  1. Erice: € 7.795.073,85
  2. Castelvetrano: € 8.778.875,23
  3. Trapani: € 7.314.068,45

Agevolazioni concedibili

Le imprese possono beneficiare delle tipologie di agevolazioni previste alle lettere a), b) e d)  del comma 341 dell'articolo 1 della legge 27 dicembre 2006, n. 296 e successive modificazioni e integrazioni, consistenti in:

a) esenzione dalle imposte sui redditi,

b) esenzione dall'imposta regionale sulle attività produttive,

c) esenzione dall’imposta municipale propria,

d) esonero dal versamento dei contributi sulle retribuzioni da lavoro dipendente.

A. Esenzione dalle imposte sui redditi

Il reddito derivante dallo svolgimento dell'attività svolta dall'impresa all'interno del territorio della ZFU, fino a concorrenza dell'importo di 100.000,00 euro per ciascun periodo di imposta e fatto salvo quanto di seguito previsto in termini di maggiorazioni, è esente dalle imposte sui redditi, a decorrere dal periodo di imposta di accoglimento della istanza di agevolazione, nei limiti delle seguenti percentuali:

  • 100%, per i primi cinque periodi di imposta;
  • 60%, per i periodi di imposta dal sesto al decimo;
  • 40%, per i periodi di imposta undicesimo e dodicesimo;
  • 20%, per i periodi di imposta tredicesimo e quattordicesimo.

B. Esenzione dall'imposta regionale sulle attività produttive

Per ciascuno dei primi cinque periodi di imposta decorrenti da quello di accoglimento dell'istanza di agevolazione, dall'imposta regionale sulle attività produttive è esentato il valore della produzione netta nel limite di euro 300.000,00.

C. Esenzione dall'imposta municipale propria

Per gli immobili situati nel territorio della ZFU, posseduti e utilizzati dai soggetti per l'esercizio dell'attività d'impresa, è riconosciuta l'esenzione dall'imposta municipale propria per i primi quattro anni a decorrere dal periodo di imposta di accoglimento dell' istanza.

D. Esonero dal versamento dei contributi sulle retribuzioni da lavoro dipendente

Relativamente ai soli contratti a tempo indeterminato, ovvero a tempo determinato di durata non inferiore a 12 mesi, e a condizione che almeno il 30 percento degli occupati risieda nel Sistema Locale del Lavoro in cui ricade la ZFU, è riconosciuto, nei limiti del massimale di retribuzione fissato dall'articolo l, comma 1, del decreto del Ministro del lavoro, della salute e delle politiche  sociali I0 dicembre 2009, l'esonero dal versamento dei contributi sulle retribuzioni da lavoro  dipendente nelle seguenti percentuali:

• 100%, per i primi cinque anni;

• 60%, per gli anni dal sesto al decimo;

• 40%, per gli anni undicesimo e dodicesimo;

• 20%, per gli anni tredicesimo e quattordicesimo.

Quanto sopra è stato tratto dalla Circolare del Mise del 30 settembre 2013 che riporta anche le modalità di concessione delle agevolazioni.

L'importo dell'agevolazione per ciascun soggetto beneficiario è calcolato sulla base del rapporto tra l'ammontare delle risorse stanziate e l'ammontare del risparmio d'imposta e contributivo complessivamente richiesto dalle imprese istanti.

Ciò vuol dire che in considerazione della modalità ("proporzionale") con la quale è effettuato il riparto delle risorse disponibili tra le imprese istanti, ne consegue che l'importo dell'agevolazione richiesta dalla singola impresa nel modulo di istanza potrà subire una riduzione nel caso in cui l'ammontare delle agevolazioni complessivamente richieste dalle imprese istanti risulti essere superiore all'ammontare delle risorse stanziate. Gli importi delle agevolazioni spettanti sono determinati con provvedimento del Ministero dello sviluppo economico, pubblicato anche nel sito istituzionale (www.mise.gov.it).

Le istanze potranno essere presentate a decorrere dalle ore 12:00 del 5 marzo 2014 e sino alle ore 12:00 del 23 maggio 2014 per via telematica e firmate digitalmente, dovranno essere presentate, complete di eventuali allegati, in via esclusivamente telematica tramite la procedura informatica accessibile dalla sezione "ZFU" del sito Internet del Ministero dello sviluppo economico: www.mise.gov.it.

 ______________________________________________________________________________________________________   

REPORT PRESENTAZIONE ISTANZE DI PARTECIPAZIONE

In allegato è disponibile il report sulla Zona Franca Urbana di Erice da parte del MiSE (Ministero Sviluppo Economico). Si comunica che al 17 marzo u.s., risultano presentate 14 istanze da parte delle imprese ericine di cui il 5% all'interno delle riserve di scopo - cod. Ateco 2007.

Utilizziamo i cookies per migliorare l'esperienza d'uso del nostro sito web. Continuando la navigazione accetti la nostra informativa sui cookies. Per saperne di piu'

Ok

Utilizziamo i cookies per migliorare l'esperienza d'uso del nostro sito web. Continuando la navigazione accetti la nostra informativa sui cookies.