Ultime

“I LOVE ERICE” – LA GIUNTA TOSCANO AVVIA UN PROGETTO SPERIMENTALE DI GESTIONE PARTECIPATA DEL VERDE PUBBLICO

La Giunta comunale di Erice ha approvato un progetto sperimentale denominato “I LOVE ERICE” per la riqualificazione del verde pubblico attraverso partenariato pubblico privato ai sensi dell'art.189 comma 2 e seguenti del D. Lgs. 50/2016.

Nel caso specifico la Giunta ha accolto favorevolmente l’iniziativa proposta da un operatore commerciale che ha richiesto l’affidamento per il successivo ripristino e gestione partecipata delle aiuole ubicate lungo la via Manzoni, in Erice Casa Santa, dall’incrocio del semaforo di via Convento San Francesco di Paola fino all’incrocio di Via Trento, per la durata di un anno.

pclass="Default"><span>Il soggetto proponente provvederà a proprie spese a ripristinare il colore dell’intonaco esterno, con intonaco simile a quello preesistente ed a piantumare nuove piante con interventi mirati a migliorare il decoro urbano esistente.

Le dichiarazioni del sindaco Daniela Toscano: “La gestione partecipata da parte di soggetti privati di porzioni di verde pubblico di proprietà comunale, a parte la convenienza economica per il Comune, si pone l’obiettivo di consolidare il legame tra cittadini e istituzioni, favorendo una più corretta fruizione del bene stesso. Auspichiamo che anche altri operatori commerciali, sull’esempio di quanto accaduto con gli operatori della via Manzoni, decidano di aderire al progetto che contiamo di estendere ad altre zone a verde del nostro territorio comunale.”

via%20manzoni.jpg

 

FESTA DELLA LIBERAZIONE: COMUNE ED ANPI RICORDANO IL SACRIFICIO DI PIETRO ERMELINDO LUNGARO, MARTIRE DELLE FOSSE ARDEATINE

L’Amministrazione comunale di Erice e  l’ANPI, Associazione Nazionale Partigiani d’Italia, ancora una volta saranno insieme per ricordare il significato della data del 25 Aprile che l’Italia dedica alla Sua liberazione dal nazifascismo.

Quest’anno, la Festa della Liberazione  assume un valore particolare ricorrendo il 70esimo anniversario dell’entrata in vigore della Costituzione della Repubblica Italiana. Riaffermarne i valori fondamentali riconducibili a quelli dell’Antifascismo, della Pace, dell’Uguaglianza, ancora oggi risulta indispensabile in un momento storico in cui arrivano pericolosi segnali di messa in discussione di tali principi.

L’Amministrazione comunale di Erice, con il Sindaco Daniela Toscano, e l’ANPI insieme ai cittadini si ritroveranno il 25 Aprile, alle ore 10,30  in Via Pietro Ermelindo Lungaro (Casa Santa), dove è posta la lapide che ricorda il sacrificio di Pietro Ermelindo Lungaro, l’eroe antifascista trapanese trucidato nella strage nazista delle Fosse Ardeatine. Nel nome di Lungaro, ricordiamo  tutti i partigiani che hanno sconfitto il fascismo ed il nazismo dando al Paese la democrazia e la Costituzione.

STIPULATO UN PROTOCOLLO DI INTESA PER ATTIVITÀ FORMATIVE SUI TEMI DELLA LEGALITÀ PRESSO IL “MUSEO DELLA MEMORIA” DI PIZZOLUNGO

Il Sindaco di Erice, Daniela Toscano, ed il Presidente del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Trapani, l’Avv. Umberto Coppola, hanno sottoscritto un protocollo di intesa per la realizzazione di attività formative presso il “Museo della memoria” di Pizzolungo.

Il Consiglio dell’Ordine degli Avvocati svolgerà nella suddetta sede attività formativa secondo un calendario annuale di incontri  sulla diffusione dei temi della legalità.

Come si ricorderà il Comune di Erice, dopo l’acquisizione al patrimonio comunale dell’area del tragico attentato mafioso contro il Giudice Carlo Palermo in cui persero la vita nel 1985 Barbara Rizzo ed i suoi figlioletti, Giuseppe e Salvatore Asta, ha restaurato l’immobile attiguo all’area trasformando l’area da luogo di morte a luogo simbolo della rinascita delle coscienze civili. L’immobile è affidato all’associazione Libera, nomi e numeri contro le Mafie. Con il presente protocollo di intesa si è voluto dare ulteriore linfa ad un luogo che anche grazie alla collaborazione del locale comitato di quartiere di Pizzolungo sta diventando luogo di riferimento per l’intera comunità.

foto_resize_00.jpg

 

PROROGATE LE CONCESSIONI DI POSTEGGIO PER L’ESERCIZIO DEL COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE AL 31.12.2020

Al fine di chiarire a tutti i soggetti potenzialmente interessati, soprattutto in ragione dell’approssimarsi della stagione estiva, si rende noto che per effetto dell’entrata in vigore della Legge n. 205/2017, tutte le concessioni per le attività (artigianali, di somministrazione di alimenti, e di rivendita di quotidiani e periodici) svolte sulle aree pubbliche in essere al 01/01/2018 sono prorogate al 31/12/2020.

Leggi tutto...

CAMBIANO LE TURNAZIONI PER LA PANIFICAZIONE

Novità importanti per l'attività di panificazione. Un nuovo decreto assessoriale, il n° 335 del 05 marzo 2018, ha cambiato, infatti, in via provvisoria e fino al prossimo 30 giugno 2018, le precedenti disposizioni a seguito delle quali il Comune di Erice aveva predisposto un calendario di turnazione per la panificazione nelle giornate domenicali, che era stato approvato con decreto sindacale n. 47 del 15.12.2017, che pertanto, ope legis, è revocato.

Con le nuove disposizioni è stato introdotto il divieto di panificazione per almeno un giorno a settimana comprensivo dell'obbligo di chiusura per la prima e terza domenica di ciascun mese con la possibilità che il Sindaco del comune territorialmente competente, con provvedimento motivato, sentite le principali associazioni di categoria, sostituisca le giornate indicate secondo un apposito calendario che regolamenti la turnazione delle attività. Nel corso della riunione indetta dall’amministrazione che si è svolta nei giorni scorsi con i panificatori e le associazioni di categoria (nella foto), si è ritenuto, invece, di non avvalersi di tale facoltà per cui i panificatori di Erice si atterranno alle norme contenute nel suddetto decreto assessoriale 335/2018.

Pertanto le attività di panificazione che rimarranno chiuse nella prima e terza domenica di ogni mese avranno facoltà di apertura libera nelle giornate della seconda e quarta domenica comunicando all'Amministrazione i giorni di chiusura infrasettimanale (che potrebbe anche coincidere con la domenica) dandone contestualmente comunicazione ai cittadini/utenti con idonea forma di pubblicità (es. tabelle affisse all'interno ed all'esterno degli esercizi).

IMG-20180412-WA0018.jpg

Contezioso EAS, il Comune di ERICE incassa 164mila euro per interventi in via sostitutiva

Si è dovuto procedere all'esecuzione forzata per vedersi assegnati 164mila euro, giusta sentenza della Corte di Appello di Palermo per spese sostenute dal Comune di Erice per le riparazioni effettuate sulla rete idrica negli anni pregressi, in via sostitutiva rispetto all'Ente Acquedotti Siciliano. Dopo anni di contenzioso nelle aule di Tribunale, il legale incaricato, Avv. Filippo Spanò, ha dovuto pignorare le somme di cui in sentenza presso la tesoreria regionale dell'EAS per far incassare quanto dovuto. 

Leggi tutto...

“Il viaggio di Nicola Calipari” con Fabrizio Coniglio ed Alessia Giuliani - domani al Seminario Vescovile di Trapani alle ore 10:00 si conclude la settimana della memoria

Si conclude domani, martedì 10 aprile, la settimana della Memoria “Non ti scordar di me”, la manifestazione organizzata dal Comune di Erice e dall’Associazione Libera, nomi e numeri contro le mafie, in memoria di Barbara Rizzo, Giuseppe e Salvatore Asta, vittime della strage mafiosa di Pizzolungo del 1985.

Presso l’Auditorium “Santa Chiara” del Seminario Vescovile (via Cosenza n. 90 - Erice Casa Santa), alle ore 10:00, è in programma “Il viaggio di Nicola Calipari”, rappresentazione teatrale diretta ed interpretata da Fabrizio Coniglio e Alessia Giuliani, testi di Fabrizio Coniglio, produzione Tangram Teatro Torino.

I due attori ripercorreranno il viaggio tragico che ha portato all’uccisione in Iraq di Nicola Calipari in uno dei casi più controversi dalla storia italiana. Si parte con il racconto del rapimento e quindi la prigionia di Giuliana Sgrena per poi arrivare “all’inizio della fine”, con la liberazione di Giuliana, la gioia, l’incontro con Nicola Calipari e il viaggio verso l’aeroporto. Poi il racconto degli spari, quel “fuoco amico” che arriva all’improvviso, nel buio; la gioia, l’euforia che diventa tragedia, incredulità, senso di impotenza.

Interverranno la giornalista Giuliana Sgrena e il segretario nazionale della FNSI Raffaele Lorusso.</p> <p style="text-align: justify;">sangue%20nostro_00.jpg

LA PREMIAZIONE DELLA TERZA EDIZIONE DEL CONCORSO GIORNALISTICO SANTO DELLA VOLPE

“LA MAFIA CAMBIA LOOK” di Noemi Farina e Vincenzo Pipitone, alunni della classe 4° E dell’I.P.S.E.O.A. Ignazio e Vincenzo Florio di Erice, è stato l’elaborato vincitore della terza edizione del Concorso Giornalistico “Santo della Volpe”, organizzato dal Comune di Erice in collaborazione con FNSI, ORDINE DEI GIORNALISTI, USIGRAI, ARTICOLO 21 e LIBERA INFORMAZIONE, rivolto agli studenti delle scuole superiori di Trapani ed Erice.

Nel corso della cerimonia di premiazione, secondo appuntamento della settimana della memoria “Non ti scordar di me” in ricordo delle vittime della strage mafiosa di Pizzolungo del 1985, si è svolto poi l’incontro dibattito su “L’informazione utile contro le Mafie e la corruzione” a cui sono intervenuti Beppe Giulietti, presidente della Fnsi, Vittorio Di Trapani, segretario Usigrai, Lorenzo Frigerio direttore di Libera Informazione e Giulio Francese, Presidente dell’Ordine dei Giornalisti di Sicilia, che hanno ricordato la figura di Santo della Volpe, giornalista in prima linea nel suo impegno sociale e professionale in favore della legalità e nella lotta alle mafie.

concorso_02.jpg

Domani, venerdì 6 aprile, presso la Chiesa del Collegio dei Gesuiti di Trapani, alle ore 18:00, il terzo appuntamento con il Concerto musicale delle Scuole di Erice con la partecipazione del “Coro di Trentapiedi” dell’I.C. “G. Mazzini” e delle orchestre dell’I.C. “G. Pagoto” e della S.M.S. “A. De Stefano”.

“PRIMA CHE SIA NOTTE - Nove ninne nanne per mandare a dormire la mafia” – forti emozioni oggi al Teatro Ariston di Trapani

Il Teatro Ariston di Trapani, gremitissimo di pubblico, ha ospitato stamattina il primo appuntamento di “Non ti scordar di me”, la settimana della memoria istituita dal Comune di Erice, in collaborazione con l’associazione Libera, nomi e numeri contro le mafie, in memoria di Barbara Rizzo, Giuseppe e Salvatore Asta, vittime della strage mafiosa di Pizzolungo del 1985.

Con i testi di Alessandra De Vita, riadattamento e drammaturgia di Alessandra De Vita e Massimo Pastore, le coreografie di Patrizia Lo Sciuto, è andata in scena la rappresentazione teatrale “PRIMA CHE SIA NOTTE - Nove ninne nanne per mandare a dormire la mafia”, interpretata da 30 alunni delle scuole di ogni ordine e grado di Erice che nei mesi scorsi avevano preso parte al laboratorio teatrale attivato dall’amministrazione comunale presso le stesse scuole.

Un sogno inquieto che, attraverso 9 ninne nanne, ripercorre alcuni dei sanguinosi fatti di cronaca nera dal 1972 fino al 2 aprile 1985: Giovanni Spampinato, Peppino Impastato, Felicia Bartolotta, Boris Giuliano, Carlo Alberto Dalla Chiesa, Rocco Chinnici, Barbara Rizzo, Giuseppe e Salvatore Asta.

Nove racconti per parlare di tutte le vittime della mafia attraverso il canto della nenia, l’emozione della danza e la forza della parola che ci scuotono e ci svegliano da un incubo durato troppo a lungo, affinché la mafia “vada a dormire” per sempre e si possano realizzare i nostri sogni migliori.

Presente alla rappresentazione anche Margherita Asta, unica superstite della famiglia Asta distrutta dalla tragica esplosione di Pizzolungo che nel 1985, nel tentativo di uccidere il Giudice Carlo Palermo, spezzò le vite di Barbara, Giuseppe e Salvatore.

foto%20lazzara_04.jpg

 

PRESENTATA “NON TI SCORDAR DI ME” COMMEMORAZIONE DELLA STRAGE MAFIOSA DI PIZZOLUNGO

Si è tenuta stamattina la conferenza stampa di presentazione del programma di “NON TI SCORDAR DI ME”, la celebrazione istituita per ricordare Barbara Rizzo Giuseppe e Salvatore Asta, vittime della strage mafiosa di Pizzolungo del 2 aprile 1985, momento simbolo e metafora della rinascita e del risveglio delle coscienze civili.

“Non ti scordar di me” con a fianco le forme stilizzate di una donna che tiene per mano due bambini è il logo ed il tema delle manifestazioni innanzitutto dedicate a Barbara Rizzo e ai suoi due gemellini Giuseppe e Salvatore Asta morti nella strage mafiosa del 2 aprile del 1985 di Pizzolungo.

Alla conferenza stampa, che è stata aperta dal Sindaco di Erice, Daniela Toscano, sono intervenuti Margherita Asta, il giornalista Rino Giacalone per il coordinamento provinciale di Libera e Giacomo Tranchida, Presidente del consiglio comunale ericino.

Dopo la solenne cerimonia di commemorazione, in programma lunedì 2 aprile alle 10,30 sul luogo della strage, il primo appuntamento in calendario è per mercoledì 4 aprile, alle ore 10,00 al Teatro Ariston di Trapani, con “PRIMA CHE SIA NOTTE - Quindici ninne nanne per mandare a dormire la mafia” - Testi di Alessandra De Vita; Riadattamento e drammaturgia di Alessandra De Vita e Massimo Pastore, coreografie di Patrizia Lo Sciuto - rappresentazione teatrale con la partecipazione di trenta alunni ericini di ogni ordine di scuola che hanno partecipato al laboratorio teatrale.

IMG_20180330_122653_resized_20180330_122

Utilizziamo i cookies per migliorare l'esperienza d'uso del nostro sito web. Continuando la navigazione accetti la nostra informativa sui cookies. Per saperne di piu'

Ok

Utilizziamo i cookies per migliorare l'esperienza d'uso del nostro sito web. Continuando la navigazione accetti la nostra informativa sui cookies.