Ancora un furto di parcometri nella notte

Con profondo dispiacere apprendiamo dell’ennesimo furto di parcometri avvenuto la scorsa notte nel nostro Comune. Dopo il centro storico di Erice (in cui nelle notti del 14 e del 25 agosto erano stati presi di mira altri 5 parcometri) i malviventi stavolta hanno preso di mira la zona di Casa Santa. Nello specifico due parcometri sono stati asportati dalla via Europa, nella zona retrostante l’Ospedale mentre un terzo parcometro è stato rubato nella via Garraffa nella zona dell’Università. I danni sono davvero ingenti e non coperti da assicurazione se si pensa che oltre al valore del parcometro (circa 6.000 euro per ogni parcometro rubato e finora siamo a quota 8) si aggiungono gli incassi asportati ed i mancati introiti del servizio di parcheggio a pagamento. La tecnica è sempre la stessa, vetture rubate usate come testa di ariete per scardinare il parcometro fissato nel terreno. La ditta che gestisce il servizio ha provveduto a denunciare il tutto all’autorità giudiziaria che si auspica possa fare luce al più presto su quanto sta accadendo. E l’escalation dei furti è proseguita anche nella zona di San Giuliano dove sono stati asportati diversi cavi di rame da alcuni impianti di illuminazione. Episodi che ci lasciano l’amaro in bocca ma a cui reagiremo con assoluta fermezza e determinazione. Già la ditta incaricata dal Comune è al lavoro per il ripristino urgente degli impianti elettrici di San Giuliano mentre sono ormai state definite le procedure per l’applicazione dei primi “Daspo urbano”, le nuove misure contenute nel decreto Minniti sulla sicurezza urbana. Nei prossimi giorni chiederemo poi al nuovo Prefetto di intervenire immediatamente perché è una situazione che la nostra comunità non può più tollerare.

Daniela Toscano Pecorella – sindaco di Erice

Utilizziamo i cookies per migliorare l'esperienza d'uso del nostro sito web. Continuando la navigazione accetti la nostra informativa sui cookies. Per saperne di piu'

Ok

Utilizziamo i cookies per migliorare l'esperienza d'uso del nostro sito web. Continuando la navigazione accetti la nostra informativa sui cookies.