PUBBLICATO IL BANDO PER I LAVORI DI RECUPERO E MIGLIORAMENTO URBANO DEL CENTRO STORICO DI ERICE

E’ stato pubblicato il bando per l’affidamento dell’appalto dei “Lavori di recupero e miglioramento urbano di Erice Capoluogo” per un importo complessivo dei lavori pari ad € 1.120.953,71.

Si tratta di una serie di interventi mirati al recupero del centro storico di Erice per il quale l’amministrazione comunale aveva richiesto ed ottenuto un finanziamento nell’ambito del programma regionale per la promozione di interventi di recupero finalizzati al miglioramento della qualità della vita e dei servizi pubblici urbani nei comuni della Regione siciliana, contenuto nel bando pubblico di cui al D.D.G. n. 793 del 16 aprile 2015.

Gli interventi saranno finalizzati alla manutenzione straordinaria e all’ammodernamento delle opere di urbanizzazione primaria e secondaria in via Nasi, via Apollonis, via dei Mestieri nonché al ripristino della viabilità storica interna al “Giardino delle Amarene“, al recupero della Cappella S.S. Maria Custonaci e della scalinata tra via Pepoli e via Pilazza.

Il termine per la presentazione delle offerte è fissato per le ore 13,00 del 23 novembre 2018, copia del bando di gara è consultabile nella sezione bandi e avvisi – Centrale Unica di Committenza del sito del Comune di Erice.

La pubblicazione di questo importante bando – ha commentato il sindaco Daniela Toscano – testimonia della costante attenzione di questo Ente per l’intero territorio comunale ed in particolare per il suo borgo medioevale. E’ una iniziativa che in continuità con la precedente amministrazione stiamo portando a compimento che ci consentirà di riqualificare alcuni luoghi del nostro splendido centro storico su cui interverremo presto anche con altri ulteriori interventi che abbiamo in cantiere tra cui due importanti finanziamenti relativi al polo museale che ci consentiranno di arricchire l'offerta culturale”.

Il commento dell’assessore alle grandi opere, Gianni Mauro: “Questo è un altro piccolo ma importante tassello che si somma ai tanti interventi realizzati nel borgo medioevale. Ma ancora non è finita perché aspettiamo a breve la realizzazione di un altro importante progetto di recupero dal Castello di Venere, anche esso finanziato all'interno del Patto per il Sud, che sarà seguito dalla locale soprintendenza.”

Nella foto il tratto di via Nasi in cui verrà ripristinato il basolato

via%20nunzio%20nasi.png

Utilizziamo i cookies per migliorare l'esperienza d'uso del nostro sito web. Continuando la navigazione accetti la nostra informativa sui cookies. Per saperne di piu'

Ok

Utilizziamo i cookies per migliorare l'esperienza d'uso del nostro sito web. Continuando la navigazione accetti la nostra informativa sui cookies.