APPROVATA DALLA GIUNTA LA PROPOSTA PER LE TARIFFE TARI: NESSUN AUMENTO PER IL 2019

La Giunta del Sindaco Daniela Toscano, con deliberazione n. 49 del 21.03.2019, ha approvato la proposta per il consiglio comunale per la formulazione delle tariffe per l’applicazione della TARI per l’anno 2019 in conformità al piano finanziario del servizio di gestione dei rifiuti urbani approvato nelle scorse settimane.

 

 

Il piano finanziario previsionale per il 2019 ammonta ad € 5.368.884,67 con la previsione di una articolazione della quota fissa/quota variabile pari al 35% per la parte fissa ed al 65% per la parte variabile. Grazie ai risparmi di oltre 200.000 euro registrati per effetto della crescita della percentuale della raccolta differenziata, che nell’anno 2018 ha raggiunto il 48% rispetto al 28% dell’annualità precedente, le nuove tariffe TARI non subiranno modifiche rispetto a quelle già in vigore per l’anno 2018. Previste, inoltre, agevolazioni per le famiglie numerose con oltre 5 componenti, l'esonero totale per i primi tre anni di attività per nuove aziende e professionisti fino a 45 anni di età. Rimangono in vigore le norme che consentono un ulteriore risparmio per i singoli contribuenti che conferiranno rifiuti differenziati presso il Centro Comunale di Raccolta di Rigaletta fino al 50% della tassa, elevabili anche all’80% in alcuni casi specifici. La parola ora passa al consiglio comunale chiamato ad approvare il piano entro il prossimo 31 marzo.           

Le dichiarazioni dell’assessore alle Finanze e Tributi, il vice Sindaco Gian Rosario Simonte: “Siamo soddisfatti di questa proposta con cui, nonostante i maggiori costi per il conferimento dell’organico derivanti dalla chiusura della discarica di Marsala gestita dalla Sicilfert, abbiamo rimodulato le tariffe mantenendo sostanzialmente immutato il gettito grazie all’incremento registrato nella percentuale di raccolta differenziata. E’ una proposta equa perché non graveremo sulle nostre famiglie e sulle imprese, mantenendo le stesse tariffe dell’anno precedente, che tra l’altro risultano ancora notevolmente più basse rispetto a comuni limitrofi. Ora l’ultima parola spetta al Consiglio comunale che sono fiducioso possa condividere la nostra proposta per evitare ulteriori aggravi alle tasche dei nostri concittadini. Sugli avvisi che gli utenti stanno ricevendo in queste ore sull’acconto TARI per l’anno in corso, infine, è opportuno precisare come le stesse siano riferite al conguaglio dell’anno 2018 e che, dunque, non riguardano la manovra che stiamo proponendo in queste ore.”

Utilizziamo i cookies per migliorare l'esperienza d'uso del nostro sito web. Continuando la navigazione accetti la nostra informativa sui cookies. Per saperne di piu'

Ok

Utilizziamo i cookies per migliorare l'esperienza d'uso del nostro sito web. Continuando la navigazione accetti la nostra informativa sui cookies.