Ultime

LA SCUOLA NON SI TOCCA, ERICE NON DEVE TORNARE INDIETRO

In queste settimane reiterate azioni di vandalismo e microcriminalità non pochi disagi hanno creato al buon funzionamento della scuola Materna di via Accardi nel quartiere di San Giuliano. Tanto è stato regolarmente denunciato dalla dirigenza scolastica della scuola alle competenti autorità giudiziarie. Stamattina, dopo gli ennesimi atti vandalici verosimilmente compiuti nella notte, le attività didattiche sono state temporaneamente sospese per il danneggiamento dell’impianto elettrico ed il mancato funzionamento di quello idrico, con i bambini che sono dovuti ritornare a casa.

Siamo amareggiati per tale incredibile violenza che danneggia principalmente le famiglie ed i bambini del quartiere, ci stiamo adoperando per ripristinare oggi stesso il normale funzionamento della scuola per consentirne immediatamente la riapertura fin da domani mattina – ha dichiarato il Sindaco di Erice Giacomo Tranchida. A tutela e nell’interesse delle famiglie di San Giuliano e Trentapiedi - conclude il Sindaco - insieme al vicesindaco Daniela Toscano e d’intesa con il dirigente scolastico, Francesco Marchese, abbiamo deciso di convocare per lunedì 6 febbraio p.v., alle ore 17,00, presso il plesso scolastico Baden Powell, proprio nel cuore del quartiere di San Giuliano, una assemblea pubblica con tutte le famiglie degli alunni che frequentano le scuole del quartiere per chiedere la loro collaborazione: la scuola non si tocca, Erice non deve tornare indietro.

“ERICÈBATTICUORE” – CONSEGNATO IL DEFIBRILLATORE PER LA PALESTRA DELLA SCUOLA MAZZINI DI ERICE

2017_01_08_consegna%20defibrillatore_01.E’ stato consegnato stamattina dal general manager della Pallacanestro Trapani, Nicola Basciano, al Dirigente Scolastico dell’Istituto G. Mazzini di Erice, Francesco Marchese, un defibrillatore semiautomatico che verrà collocato nella palestra scolastica della scuola sita in via Cesarò nel quartiere di Trentapiedi ad Erice Casa Santa.

L’iniziativa odierna costituisce una ulteriore tappa del progetto “EricèBatticuore, Lotta per la vita”, la campagna di sensibilizzazione per la diffusione dell’utilizzo di defibrillatori, avviata dal Comune di Erice nell’ottobre del 2015 in collaborazione con privati, enti e società sportive del territorio, che finora ha consentito la creazione di una rete di 23 luoghi pubblici “cardioprotetti” in tutto il territorio comunale di Erice, costituiti da impianti sportivi, strutture scolastiche e luoghi pubblici.

Ha partecipato alla manifestazione anche una rappresentanza della squadra della Pallacanestro Trapani, composta dai giocatori Andrea Renzi e Kenneth Viglianisi, che hanno ricevuto la calorosa accoglienza dei numerosi alunni presenti alla manifestazione.

Presenti anche il Sindaco di Erice Giacomo Tranchida che ha ringraziato la Pallacanestro Trapani e la famiglia del suo Presidente Pietro Basciano per la sensibilità dimostrata, ed il vice sindaco Daniela Toscano.

Le dichiarazioni del sindaco di Erice Giacomo Tranchida: “Erice si fregia di aver più di 20 defibrillatori dislocati per tutto il territorio ericino; la prevenzione deve essere al centro di ogni iniziativa. Ringrazio la Pallacanestro Trapani per l’entusiasmo con il quale ha abbracciato questo progetto che aiuterà i bambini ed i genitori della scuola Mazzini a stare più sereni”.

Le dichiarazioni di Nicolò Basciano: “Siamo molto orgogliosi di poter contribuire fattivamente a questa pregevole iniziativa. La nostra società punta molto sul settore giovanile ed è particolarmente sensibile alle idee che si prefiggano lo scopo di migliorare la qualità di vita dei ragazzi. Siamo convinti che il ruolo di una società sportiva come la nostra debba anche essere quello di farsi promotrice di progetti che possano essere utili per la collettività, veicolando messaggi positivi. La scelta di donare un defibrillatore all’ Istituto G. Mazzini si ascrive esattamente in questa finalità”.

Nessuna interruzione nel servizio di assistenza all’autonomia e comunicazione per gli alunni con disabilità psicofisica e/o sensoriale

Non c’è stata nessuna interruzione nell’erogazione del servizio di assistenza all’autonomia e comunicazione per gli alunni con disabilità psicofisica e/o sensoriale (alunni audiolesi e ciechi) che frequentano le scuole dell’Infanzia, primaria e secondaria di primo grado del Comune di Erice. Contrariamente a quanto riferito da alcuni organi di stampa, infatti, il Comune di Erice, come buona parte dei comuni della provincia, nonostante l’inattesa interruzione del servizio da parte del Libero Consorzio comunale di Trapani (ex Provincia) ai Comuni, è riuscita a non far interromper il servizio nonostante l’esiguo margine di tempo a disposizione.

A seguito di un atto di indirizzo della Giunta, infatti, già dal 9 gennaio 2017, primo giorno di scuola dopo le vacanze di Natale, il servizio è stato garantito senza alcuna interruzione in favore degli alunni che frequentano le scuole dell’Infanzia, primaria e secondaria di primo grado del Comune di Erice assicurando i medesimi standard qualitativi e quantitativi garantiti in precedenza dal Libero consorzio comunale di Trapani.

Superata questa fase transitoria stiamo già programmando le ordinarie procedure affinché in futuro il servizio possa essere garantito attraverso un sistema di accreditamento e voucher in favore delle famiglie.

Il Vice Sindaco - Daniela Toscano

CHIUSURA UFFICI COMUNALI DEL GIORNO 9.12.2016

Si rende noto che con decreto sindacale n. 32 del 7 dicembre 2016 è stata disposta la chiusura degli uffici del Comune di Erice per il giorno 9.12.2016.

Verrà comunque assicurato il funzionamento dei servizi essenziali di Pronto intervento, dei servizi del Corpo di Polizia Municipale e dei servizi Demografici in reperibilità.

Allegati:
FileDimensione del FileCreatoModificato il
Scarica questo file (decreto n. 32 del 7 dicembre 2016 - chiusura uffici del giorno 9 dicembre 2016.p)decreto n. 32 del 7 dicembre 2016 - chiusura uffici del giorno 9 dicembre 2016.p381 kB07-12-2016 10:2807-12-2016 10:28

Referendum Costituzionale del 4 dicembre 2016, risultati definitivi

Comune di  ERICE

         
               
   

Scrutinio   di   n°    

32

Sezioni su 32

 

               
               

Votanti:

MASCHI

6.548

FEMMINE

6.501

   TOTALE

13.049

               
 

 

 

 

 

   

 

VOTI VALIDI  SI

3.644 (28,17%)

   
   

 

VOTI VALIDI  NO

9.291 (71,83%)

   
   
 

TOTALE VOTI VALIDI  (A)

12.935

   
               
 

SCHEDE BIANCHE N.

26

   
 

SCHEDE NULLE N.

88

   
 

SCHEDE CONTESTATE   E
NON ASSEGNATE

0

   
 

TOTALE (B)

114

   
               
 

TOTALE GENERALE  (A + B)

13.049

   

Referendum Costituzionale del 4 dicembre 2016, votanti alle ore 22 (dato definitivo)

Votanti nelle 32 sezioni elettorali del Comune di Erice alle ore 22 del 4 dicembre 2016

Numero iscritti Liste Elettorali: 22.814

Votanti n. 13.049 pari al 57,20 %

Referendum Costituzionale del 4 dicembre 2016, votanti alle ore 19

Votanti nelle 32 sezioni elettorali del Comune di Erice alle ore 19 del 4 dicembre 2016

Numero iscritti Liste Elettorali: 22.814

Votanti n. 10.704 pari al 46,92 %

Referendum Costituzionale del 4 dicembre 2016, votanti alle ore 12

Votanti nelle 32 sezioni elettorali del Comune di Erice alle ore 12 del 4 dicembre 2016

Numero iscritti Liste Elettorali: 22.814

Votanti n. 3.534 pari al 15,49 %

 

SCADENZE PAGAMENTO TRIBUTI COMUNALI - AVVISO

Si informano i contribuenti del Comune di Erice sulle prossime scadenze per il pagamento dei tributi comunali di seguito indicati

TARI Tassa Rifiuti: Il 30 NOVEMBRE prossimo scade il termine per il pagamento della seconda E ULTIMA rata a saldo per l’anno 2016.  

TASI Tassa sui servizi indivisibili: l’art. 1 della L. n. 208/2015 ha eliminato la TA.SI. sulle abitazioni principali.

IMU Imposta Municipale Unica: entro il 16 dicembre scade il termine per il pagamento del saldo dell’imposta dovuta per l’anno in corso. Le aliquote IMU per il 2016 sono rimaste invariate e precisamente:

FATTISPECIE

ALIQUOTE

Abitazione principale (cat. a/1, a/8, a/9 e relative     pertinenze)

                   4‰                    detrazione €. 200,00

altri immobili (immobili diversi dall’abitazione principale     e aree   fabbricabili)

 

10,6‰  

 

immobili concessi in COMODATO/ USO GRATUITO.

 In base all’art. 1,   comma 10, della L. n.   208/2015 viene invece introdotta (lett. 0a) la   riduzione del 50% della   base imponibile IMU per le unità immobiliari - fatta   eccezione per   quelle classificate nelle categorie catastali A/1, A/8 e A/9 –   concesse   in comodato dal contribuente ai parenti in linea retta entro il primo     grado (genitore/figlio) che le utilizzino come propria abitazione di     residenza, sulla base dei seguenti requisiti:

- il   comodante deve risiedere anagraficamente nonché   dimorare abitualmente nello   stesso Comune;

-   il comodante non deve possedere altri immobili in   Italia, ad eccezione di un   altro immobile adibito a propria abitazione   principale (nello stesso Comune   in cui è situato l’immobile concesso   in comodato) e non classificata in A/1,   A/8 o A/9;

-   il contratto di comodato deve essere registrato.

il   possesso dei requisiti per godere della riduzione   della base imponibile dovrà essere   attestato mediante l’ordinaria   dichiarazione IMU.

7,0‰  

Terreni agricoli: L’art. 1, comma 13, della l. n. 208/2015     stabilisce che sono esenti i terreni agricoli siti nei comuni montani   di cui   alla circ. Min.Finanze n. 9/1993 (il comune di Erice rientra   tra i comuni   montani)

 

ESENTI 

 

terreni agricoli e   immobili residenziali e/o adibiti   ad attività   produttive, ricadenti   nel territorio montuoso in   aree interessate da  devastanti eventi   incendiari propagatasi per   accertate inadempienze a cura di  enti pubblici, oggetto di ingenti e   permanenti   danni alle strutture e/o alla   colture impiantate,   regolarmente censiti   e inclusi nel catasto incendi e solamente     per i seguenti periodi:

  •                  fabbricati residenziali e/o adibiti        ad attività produttive, comprese le                 loro pertinenze, regolarmente iscritti al catasto edilizio               urbano, riduzione   per anni 4        (quattro).

4,6‰  

fabbricati rurali ad uso strumentale ex l.     133/1994        

non dovuta

 Si precisa che l’IMU è determinata in autoliquidazione (non verrà recapitato, pertanto, alcun avviso di pagamento). Sul sito del Comune di Erice www.comune.erice.tp.it - link: http://www.riscotel.it/calcoloiuc2015/?comune=D423 è presente il banner di colore arancione con la scritta IMU cliccando sul quale sono disponibili i calcolatori per la determinazione dell’’IMU e della TASI dovute con la possibilità di compilare e stampare anche l’F24 per il pagamento dei tributi.

Per qualsiasi ulteriore informazione è possibile rivolgersi presso gli Uffici Tributi del Comune siti in via Ignazio Poma (San Giuliano) nei seguenti giorni: Lun-Giov ore 15:00 – 17:00   Mar-Ven ore 09:00 – 13:00

Tel.: Ufficio tassa rifiuti 0923.502871-873-876 – Ufficio Imposta Municipale propria 0923.502878-879-880-883

 

Celebrata ad Erice la prima unione civile tra persone dello stesso sesso

Si è celebrata nel centro storico di Erice, presso l’Aula Consiliare del Palazzo Municipale, la prima Unione Civile tra persone dello stesso sesso. Gianni D’Amico e Pietro Mancuso nel pomeriggio di sabato 24, si sono uniti civilmente alla presenza del vicesindaco Daniela Toscano, nel corso di una cerimonia sobria ed elegante.

Finalmente - afferma il vicesindaco - anche nel comune di Erice, dopo l’introduzione nel nostro ordinamento delle unioni civili tra persone dello stesso sesso a seguito dell’approvazione della legge 76/2016 (in vigore  dal 5 giugno scorso) i diritti civili previsti per le unioni etero vengono estesi anche alle coppie dello stesso sesso. Avremmo potuto anticipare i tempi, se solo il consiglio comunale non avesse bocciato per ben due volte la proposta sulla regolamentazione delle Unioni Civili presentata dalla Consigliera Valeria Ciaravino. Erice era ed è pronta – continua il vicesindaco – con la sua storia ultra millenaria di contaminazione ed accettazione delle diverse popolazioni che si affacciano nel mediterraneo, e con la sua atmosfera magica tra storia e mito che aleggia ancor oggi nel venerare il culto di Venere, conserva oggi come ieri il suo carattere di città aperta e matura.

Nel breve discorso di apertura del vicesindaco, tra l’emozione dei parenti e degli amici, alcuni dei quali hanno voluto dedicare alla coppia bellissime poesie, il ringraziamento augurando ad entrambi una vita piena, intera e completa: “Come amministratore, come donna e cittadina, vi ringrazio per aver vissuto una pagina di storia importante, dedicandovi una bellissima frase di Oscar Wilde: L’egoista non è quello che vive come gli pare e piace, ma quello che chiede agli altri di vivere come piace a lui; l’altruista è quello che lascia che gli altri vivano come piace a loro. Voglio infine ringraziare gli uffici comunali - ha concluso Daniela Toscano - che si sono adoperati affinché in tempi brevissimi anche ad Erice si potessero celebrare unioni civili tra persone dello stesso sesso.

Erice è una città aperta e plurale e rispettosa delle regole di convivenza civile – ha aggiunto il sindaco Giacomo Tranchida – e siamo orgogliosi che in tempi brevi si sia riusciti ad uniformarci alle novità introdotte dall’ordinamento.”

Utilizziamo i cookies per migliorare l'esperienza d'uso del nostro sito web. Continuando la navigazione accetti la nostra informativa sui cookies. Per saperne di piu'

Ok

Utilizziamo i cookies per migliorare l'esperienza d'uso del nostro sito web. Continuando la navigazione accetti la nostra informativa sui cookies.