Ultime

PROROGATE LE CONCESSIONI DI POSTEGGIO PER L’ESERCIZIO DEL COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE AL 31.12.2020

Al fine di chiarire a tutti i soggetti potenzialmente interessati, soprattutto in ragione dell’approssimarsi della stagione estiva, si rende noto che per effetto dell’entrata in vigore della Legge n. 205/2017, tutte le concessioni per le attività (artigianali, di somministrazione di alimenti, e di rivendita di quotidiani e periodici) svolte sulle aree pubbliche in essere al 01/01/2018 sono prorogate al 31/12/2020.

Leggi tutto...

CAMBIANO LE TURNAZIONI PER LA PANIFICAZIONE

Novità importanti per l'attività di panificazione. Un nuovo decreto assessoriale, il n° 335 del 05 marzo 2018, ha cambiato, infatti, in via provvisoria e fino al prossimo 30 giugno 2018, le precedenti disposizioni a seguito delle quali il Comune di Erice aveva predisposto un calendario di turnazione per la panificazione nelle giornate domenicali, che era stato approvato con decreto sindacale n. 47 del 15.12.2017, che pertanto, ope legis, è revocato.

Con le nuove disposizioni è stato introdotto il divieto di panificazione per almeno un giorno a settimana comprensivo dell'obbligo di chiusura per la prima e terza domenica di ciascun mese con la possibilità che il Sindaco del comune territorialmente competente, con provvedimento motivato, sentite le principali associazioni di categoria, sostituisca le giornate indicate secondo un apposito calendario che regolamenti la turnazione delle attività. Nel corso della riunione indetta dall’amministrazione che si è svolta nei giorni scorsi con i panificatori e le associazioni di categoria (nella foto), si è ritenuto, invece, di non avvalersi di tale facoltà per cui i panificatori di Erice si atterranno alle norme contenute nel suddetto decreto assessoriale 335/2018.

Pertanto le attività di panificazione che rimarranno chiuse nella prima e terza domenica di ogni mese avranno facoltà di apertura libera nelle giornate della seconda e quarta domenica comunicando all'Amministrazione i giorni di chiusura infrasettimanale (che potrebbe anche coincidere con la domenica) dandone contestualmente comunicazione ai cittadini/utenti con idonea forma di pubblicità (es. tabelle affisse all'interno ed all'esterno degli esercizi).

IMG-20180412-WA0018.jpg

Contezioso EAS, il Comune di ERICE incassa 164mila euro per interventi in via sostitutiva

Si è dovuto procedere all'esecuzione forzata per vedersi assegnati 164mila euro, giusta sentenza della Corte di Appello di Palermo per spese sostenute dal Comune di Erice per le riparazioni effettuate sulla rete idrica negli anni pregressi, in via sostitutiva rispetto all'Ente Acquedotti Siciliano. Dopo anni di contenzioso nelle aule di Tribunale, il legale incaricato, Avv. Filippo Spanò, ha dovuto pignorare le somme di cui in sentenza presso la tesoreria regionale dell'EAS per far incassare quanto dovuto. 

Leggi tutto...

“Il viaggio di Nicola Calipari” con Fabrizio Coniglio ed Alessia Giuliani - domani al Seminario Vescovile di Trapani alle ore 10:00 si conclude la settimana della memoria

Si conclude domani, martedì 10 aprile, la settimana della Memoria “Non ti scordar di me”, la manifestazione organizzata dal Comune di Erice e dall’Associazione Libera, nomi e numeri contro le mafie, in memoria di Barbara Rizzo, Giuseppe e Salvatore Asta, vittime della strage mafiosa di Pizzolungo del 1985.

Presso l’Auditorium “Santa Chiara” del Seminario Vescovile (via Cosenza n. 90 - Erice Casa Santa), alle ore 10:00, è in programma “Il viaggio di Nicola Calipari”, rappresentazione teatrale diretta ed interpretata da Fabrizio Coniglio e Alessia Giuliani, testi di Fabrizio Coniglio, produzione Tangram Teatro Torino.

I due attori ripercorreranno il viaggio tragico che ha portato all’uccisione in Iraq di Nicola Calipari in uno dei casi più controversi dalla storia italiana. Si parte con il racconto del rapimento e quindi la prigionia di Giuliana Sgrena per poi arrivare “all’inizio della fine”, con la liberazione di Giuliana, la gioia, l’incontro con Nicola Calipari e il viaggio verso l’aeroporto. Poi il racconto degli spari, quel “fuoco amico” che arriva all’improvviso, nel buio; la gioia, l’euforia che diventa tragedia, incredulità, senso di impotenza.

Interverranno la giornalista Giuliana Sgrena e il segretario nazionale della FNSI Raffaele Lorusso.</p> <p style="text-align: justify;">sangue%20nostro_00.jpg

LA PREMIAZIONE DELLA TERZA EDIZIONE DEL CONCORSO GIORNALISTICO SANTO DELLA VOLPE

“LA MAFIA CAMBIA LOOK” di Noemi Farina e Vincenzo Pipitone, alunni della classe 4° E dell’I.P.S.E.O.A. Ignazio e Vincenzo Florio di Erice, è stato l’elaborato vincitore della terza edizione del Concorso Giornalistico “Santo della Volpe”, organizzato dal Comune di Erice in collaborazione con FNSI, ORDINE DEI GIORNALISTI, USIGRAI, ARTICOLO 21 e LIBERA INFORMAZIONE, rivolto agli studenti delle scuole superiori di Trapani ed Erice.

Nel corso della cerimonia di premiazione, secondo appuntamento della settimana della memoria “Non ti scordar di me” in ricordo delle vittime della strage mafiosa di Pizzolungo del 1985, si è svolto poi l’incontro dibattito su “L’informazione utile contro le Mafie e la corruzione” a cui sono intervenuti Beppe Giulietti, presidente della Fnsi, Vittorio Di Trapani, segretario Usigrai, Lorenzo Frigerio direttore di Libera Informazione e Giulio Francese, Presidente dell’Ordine dei Giornalisti di Sicilia, che hanno ricordato la figura di Santo della Volpe, giornalista in prima linea nel suo impegno sociale e professionale in favore della legalità e nella lotta alle mafie.

concorso_02.jpg

Domani, venerdì 6 aprile, presso la Chiesa del Collegio dei Gesuiti di Trapani, alle ore 18:00, il terzo appuntamento con il Concerto musicale delle Scuole di Erice con la partecipazione del “Coro di Trentapiedi” dell’I.C. “G. Mazzini” e delle orchestre dell’I.C. “G. Pagoto” e della S.M.S. “A. De Stefano”.

“PRIMA CHE SIA NOTTE - Nove ninne nanne per mandare a dormire la mafia” – forti emozioni oggi al Teatro Ariston di Trapani

Il Teatro Ariston di Trapani, gremitissimo di pubblico, ha ospitato stamattina il primo appuntamento di “Non ti scordar di me”, la settimana della memoria istituita dal Comune di Erice, in collaborazione con l’associazione Libera, nomi e numeri contro le mafie, in memoria di Barbara Rizzo, Giuseppe e Salvatore Asta, vittime della strage mafiosa di Pizzolungo del 1985.

Con i testi di Alessandra De Vita, riadattamento e drammaturgia di Alessandra De Vita e Massimo Pastore, le coreografie di Patrizia Lo Sciuto, è andata in scena la rappresentazione teatrale “PRIMA CHE SIA NOTTE - Nove ninne nanne per mandare a dormire la mafia”, interpretata da 30 alunni delle scuole di ogni ordine e grado di Erice che nei mesi scorsi avevano preso parte al laboratorio teatrale attivato dall’amministrazione comunale presso le stesse scuole.

Un sogno inquieto che, attraverso 9 ninne nanne, ripercorre alcuni dei sanguinosi fatti di cronaca nera dal 1972 fino al 2 aprile 1985: Giovanni Spampinato, Peppino Impastato, Felicia Bartolotta, Boris Giuliano, Carlo Alberto Dalla Chiesa, Rocco Chinnici, Barbara Rizzo, Giuseppe e Salvatore Asta.

Nove racconti per parlare di tutte le vittime della mafia attraverso il canto della nenia, l’emozione della danza e la forza della parola che ci scuotono e ci svegliano da un incubo durato troppo a lungo, affinché la mafia “vada a dormire” per sempre e si possano realizzare i nostri sogni migliori.

Presente alla rappresentazione anche Margherita Asta, unica superstite della famiglia Asta distrutta dalla tragica esplosione di Pizzolungo che nel 1985, nel tentativo di uccidere il Giudice Carlo Palermo, spezzò le vite di Barbara, Giuseppe e Salvatore.

foto%20lazzara_04.jpg

 

PRESENTATA “NON TI SCORDAR DI ME” COMMEMORAZIONE DELLA STRAGE MAFIOSA DI PIZZOLUNGO

Si è tenuta stamattina la conferenza stampa di presentazione del programma di “NON TI SCORDAR DI ME”, la celebrazione istituita per ricordare Barbara Rizzo Giuseppe e Salvatore Asta, vittime della strage mafiosa di Pizzolungo del 2 aprile 1985, momento simbolo e metafora della rinascita e del risveglio delle coscienze civili.

“Non ti scordar di me” con a fianco le forme stilizzate di una donna che tiene per mano due bambini è il logo ed il tema delle manifestazioni innanzitutto dedicate a Barbara Rizzo e ai suoi due gemellini Giuseppe e Salvatore Asta morti nella strage mafiosa del 2 aprile del 1985 di Pizzolungo.

Alla conferenza stampa, che è stata aperta dal Sindaco di Erice, Daniela Toscano, sono intervenuti Margherita Asta, il giornalista Rino Giacalone per il coordinamento provinciale di Libera e Giacomo Tranchida, Presidente del consiglio comunale ericino.

Dopo la solenne cerimonia di commemorazione, in programma lunedì 2 aprile alle 10,30 sul luogo della strage, il primo appuntamento in calendario è per mercoledì 4 aprile, alle ore 10,00 al Teatro Ariston di Trapani, con “PRIMA CHE SIA NOTTE - Quindici ninne nanne per mandare a dormire la mafia” - Testi di Alessandra De Vita; Riadattamento e drammaturgia di Alessandra De Vita e Massimo Pastore, coreografie di Patrizia Lo Sciuto - rappresentazione teatrale con la partecipazione di trenta alunni ericini di ogni ordine di scuola che hanno partecipato al laboratorio teatrale.

IMG_20180330_122653_resized_20180330_122

I MISTERI DI ERICE, DOMANI L’USCITA ALLE 15,30 DALLA CHIESA DI SAN GIULIANO, L’INVITO DEL SINDACO DANIELA TOSCANO

Si svolgerà domani pomeriggio, lungo le suggestive strade del centro storico, la solenne processione dei Misteri di Erice, l’evento più suggestivo della settimana Santa. A poca distanza dalla monumentale manifestazione di Trapani, anche il borgo medioevale ericino dà vita ai suoi Misteri, resi ancora più affascinanti dall’atmosfera magica della cittadina medievale. Una manifestazione carica di fascino connotata da forti momenti di spiritualità, e caratterizzata da un corteo che si snoda lungo le strade acciottolate del borgo medievale in una atmosfera intrisa di religiosità e tradizione che regala forti emozioni e scorci incantevoli.

L’uscita dei misteri di Erice è prevista, dopo la funzione religiosa, alle 15:30 dalla chiesa di san Giuliano dove i gruppi faranno poi rientro in serata. Un appuntamento da non perdere per tutti quei turisti che transitano nel nostro territorio in queste giornate di festa.

Voglio invitare tutti domani pomeriggio a recarsi ad Erice per partecipare alla processione dei Misteri, una processione che anche se meno conosciuta di quella di Trapani e di dimensioni più ridotte, svela lo spirito e la dedizione del popolo ericino che ogni anno ripercorre la passione di Cristo, creando un momento imperdibile di celebrazione religiosa in una perfetta combinazione di storia e tradizione – ha dichiarato il Sindaco di Erice Daniela Toscano.

S%20Giuliano%20Misteri.jpg

A Erice proclamato il lutto cittadino per ricordare Giorgio Grammatico, il vigile del fuoco che ha perso la vita, assieme ad un proprio collega, durante l'esplosione di una palazzina a Catania

Il sindaco di Erice, Daniela Toscano, con propria ordinanza, ha proclamato per domani, mercoledì 28 marzo, in concomitanza delle esequie, una giornata di lutto cittadino per ricordare Giorgio Grammatico, il vigile del fuoco ericino che ha perso la vita assieme ad un proprio collega, il vigile catanese Dario Ambiamonte, nel corso della tragica esplosione di una palazzina di Catania lo scorso 20 marzo.

Domani la città si stringerà in un doloroso silenzio in concomitanza del funerale solenne che sarà celebrato nel Santuario di Maria Santissima Annunziata a Trapani alle ore 16,00.

Con il provvedimento è stato disposta l’esposizione a mezz’asta per l’intera giornata delle bandiere esterne agli uffici pubblici e di osservare un minuto di silenzio prima dell’inizio di ogni manifestazione pubblica in programma nel territorio comunale nella intera giornata di mercoledì 28 marzo 2018.

Allegati:
FileDimensione del FileCreatoModificato il
Scarica questo file (ord_00068_27-03-2018_lutto cittadino.pdf)ordinanza sindacale 68/2018149 kB27-03-2018 12:4927-03-2018 12:49

SMOTTAMENTO DEL COSTONE ROCCIOSO PROSPICIENTE IL CORTILE ADRAGNA: IL SINDACO TOSCANO CHIEDE L’INTERVENTO DEL PREFETTO DI TRAPANI

Lo scorso 2 marzo, a seguito delle copiose precipitazioni delle giornate precedenti che avevano provocato lo smottamento del costone roccioso nella zona prospiciente il Cortile Adragna, nella frazione di Erice Casa Santa, l’amministrazione comunale di Erice aveva emesso apposita ordinanza di sgombero di due abitazioni in cui vivevano 7 nuclei familiari.

Il provvedimento di sgombero era stato adottato a scopo precauzionale per le vistose crepe del fronte roccioso prospiciente alle abitazioni, parzialmente distaccato e scivolato a valle, anche se contenuto dalle reti di protezione che avevano scongiurato danni ancora maggiori ai luoghi che già nel passato erano stati oggetto di opere di consolidamento.

A distanza di una settimana dallo sgombero, tuttavia, nonostante le rassicurazioni ricevute dal Dipartimento Regionale Territorio e Ambiente e dalla Protezione Civile, per un immediato intervento urgente di messa in sicurezza del costone roccioso e la conseguente eliminazione del pericolo, ancora nessun intervento risulta essere stato attivato, con la grave preoccupazione delle 7 famiglie che sono state costrette ad abbandonare le proprie abitazioni.

Per tali ragioni il Sindaco Daniela Toscano ha chiesto l’intervento urgente del Prefetto di Trapani, dr. Darco Pellos, affinché intervenga anche lui per sollecitare l’intervento urgente della Regione, unico soggetto che al momento potrebbe intervenire per una risoluzione del grave problema.

Utilizziamo i cookies per migliorare l'esperienza d'uso del nostro sito web. Continuando la navigazione accetti la nostra informativa sui cookies. Per saperne di piu'

Ok

Utilizziamo i cookies per migliorare l'esperienza d'uso del nostro sito web. Continuando la navigazione accetti la nostra informativa sui cookies.