Azioni in Z.F.U. ___Sviluppo & solidarietà / l'Amministrazione Tranchida rilancia

L'emergenza socio-economica imperante penalizza, in particolar modo, le famiglie di già e più in difficoltà, al pari scoraggia l'investimento delle imprese e la nascita di nuove, allontanando la possibile creazione di nuovi posti di lavoro rispetto ad una disoccupazione dilagante.

Duplice l'impegno in tale direzione profuso - seppur con strumenti assai relativi e competenze istituzionali assolutamente marginali - da parte del governo della Città di Erice, guidato dal Sindaco Tranchida che, comunque, con testardaggine "muntise" rilancia con progetti e azioni per la riqualificazione socio-economica del quartiere di San Giuliano e del Lungomare costiero:

 A) valorizzazione di prodotti locali a prezzi convenienti per le famiglie che stanno peggio

-> presentata la manifestazione di interesse per la realizzazione di un socialmarket da localizzare nei locali comunali di Piazza Pagoto, nel cuore del popoloso quartiere di San Giuliano. Il progetto prevede appunto la realizzazione di una struttura di vendita di prodotti a km 0 per le persone / famiglie, iscritte - purtroppo - nelle liste delle "famiglie in difficoltà" presso gli uffici comunali dei servizi sociali, che potrebbero usufruire di una serie di prodotti locali di generale consumo a prezzi assolutamente vantaggiosi rispetto al mercato commerciale. L’iniziativa finanziata dal Gal Elimos, di cui il Comune di Erice fa parte, si inserisce nel quadro delle misure relative alla Cooperazione Interterritoriale e Interregionale che prevede la realizzazione di strutture simili anche in altri territori.

 B) riprogrammazione dei fondi e agevolazioni per le Zone Franche Urbane per l’anno 2015.

Martedi 24 febbraio il Sindaco Tranchida e l'Assessore allo Sviluppo Gianni Mauro sono stati chiamati a partecipare a Roma ad una riunione dal MISE, presso la sede dell’ANCI nazionale, insieme alle altre città ZFU per iniziare un’azione di concertazione prima della prossima emanazione dei bandi/agevolazioni governative per il 2015. Dopo gli 8milioni di euro di già destinati in favore delle imprese ericine, in massima parte insistenti in detta zona "bersaglio" sotto forma di sgravi fiscali e previdenziali, spazio per le agevolazioni alle NUOVE IMPRESE (e dunque nuova occupazione), in particolar modo nel settore turistico, la mission politica ratificata dalla maggioranza di governo ericina per le agevolazioni 2015.

 C) Piano per le Città: 7 milioni di euro per l'arredo turistico del Lungomare, a favore del recupero degli alloggi popolari di San Giuliano e per la riqualificazione urbana del quartiere di Trentapiedi

In detta romana sede, con l'occasione dell'incontro con il Ministero delle Infrastrutture per definire i termini per la forma delle nuove convenzioni ZFU, l'utilità per l'AC ericina per fare il punto nel dare l'avvio al Piano delle Città che ha visto Erice riconosciuta la propria proposta di intervento proprio nell’area della Zona Franca Urbana di San Giuliano, San Cusumano e Lungomare Dante Alighieri.

 E per finire, in dirittura di arrivo la definizione del progetto esecutivo del Contratto di Quartiere  II (riqualificazione di altri alloggi popolari in San Giuliano, cisterne per l'acqua e riqualificazione urbana), per l'appunto, il 2 marzo l'ultima convocazione della Conferenza di Servizi al Genio Civile di Trapani per l’approvazione e quindi invio alla Regione per poi appaltare finalmente i lavori.

 

Utilizziamo i cookies per migliorare l'esperienza d'uso del nostro sito web. Continuando la navigazione accetti la nostra informativa sui cookies. Per saperne di piu'

Ok

Utilizziamo i cookies per migliorare l'esperienza d'uso del nostro sito web. Continuando la navigazione accetti la nostra informativa sui cookies.