VERSO UN'OMOGENEA OFFERTA CULTURALE

E' stata approvata nei giorni scorsi dal Consiglio Comunale di Erice la modifica del piano generale delle tariffe per gli immobili di rilevanza culturale.

A seguito del confronto avvenuto tra Comune, Fondazione Erice Arte e La Montagna del Signore, si è pervenuti ad un'unica tipologia tariffaria e all'individuazione comune dei destinatari degli sconti per la totalità dei siti culturali, ivi compresi quelli religiosi L'iniziativa dell'Amministrazione Comunale, curata dal Capo Settore Cultura dott. Salvatore Denaro, favorisce visitatori e turisti che percepiranno come un unicum le risorse museali e monumentali di Erice che, per altro, avranno tutte il medesimo periodo ed orario di apertura e chiusura.

"Per meglio valorizzare i preziosi beni di Erice occorreva dar vita ad un itinerario di visite armonizzato e semplice e la delibera appena approvata si muove in tale direzione" - afferma l'Assessore alla Cultura avv. Laura Montanti.

Per espressa indicazione del Consiglio Comunale, e su sollecitazione dei consiglieri Ciaravino e Martines, l'Assessorato alla Cultura estenderà ai cittadini che aderiranno al patto di collaborazione/baratto recentemente approvato, le agevolazioni per l'accesso ai propri siti culturali.
Si ricorda che l'entrata ai musei, ai monumenti e alle chiese di Erice è gratuita per i bambini sino a 10 anni e che, fra gli altri, è previsto lo sconto del 50%, per i giovani da 11 a 18 anni, per gli universitari e per gruppi e scolaresche superiori a 15 unità.

 

Utilizziamo i cookies per migliorare l'esperienza d'uso del nostro sito web. Continuando la navigazione accetti la nostra informativa sui cookies. Per saperne di piu'

Ok

Utilizziamo i cookies per migliorare l'esperienza d'uso del nostro sito web. Continuando la navigazione accetti la nostra informativa sui cookies.