Maria SS. di Custonaci - Santa Patrona della Città di Erice e delle comunità agro-ericine "comunità solidale pro-popolazioni colpite dal terremoto"

Dichiarazione stampa del Sindaco Giacomo Tranchida


Con i tradizionali giochi pirotecnici, sulle note del cantico Magnificat, ieri notte si sono concluse le festività e funzioni religiose e civili, dedicate a Maria SS. di Custonaci, Santa Patrona della Città di Erice e delle comunità dell'agro-ericino.

Festività contraddistinte dalla grave tragedia che ha colpito migliaia di famiglie italiane a causa del terremoto nel centro Italia, mentre all'orizzonte non sono ancora spenti gli echi degli eccidi terribili del terrorismo e continuano senza sosta gli sbarchi di migranti in cerca di libertà e futuro.

Da subito concertate, anche con la locale comunità parrocchiale, una serie di azioni che, intanto, hanno portato ad una prima raccolta fondi (pubblici e privati), in favore delle comunità colpite dal terremoto, in occasione delle giornate dedicate alla Santa Patrona, comportando nei giorni 30 e 31 agosto 2016, il ricavato disponibile di € 13.202,00 come segue:

1) € 420,00 dalle libere offerte della comunità partecipante alla processione di Maria SS. di Custonaci del 31/8;
2) € 6.000,00 provenienti, in compartecipazione dalla Città di Erice e dalla ditta SOES, dai ticket del gettito parcheggi a pagamento;
3) € 4.000,00 provenienti dalla FuniErice (società' di gestione della funivia partecipata dal Comune di Erice e dal Libero Consorzio dei Comuni della prov Trapani)
4) € 1.482,00 provenienti dalla Fondazione Erice Arte (partecipata dal Comune di Erice), quale somma equivalente dai ticket, scaturenti nei giorni 30 e 31/8/2016, dagli accessi turistico-museali al Castello di Venere, Torretta Pepoli, Quartiere Spagnolo, Museo Cordici ed Erice in Miniatura/Sales;
5) € 200,00 equivalenti dai ticket del gettito scaturente nei giorni 30 e 31/8/2016 dal servizio bagni pubblici nel centro storico gestiti dalla Comunità Terapeutica Saman;
6) € 1.100,00 le libere offerte degli spettatori/visitatori che hanno partecipando al "villaggio medievale" organizzato dal Gruppo Medievale Monte San Giuliano - Erice ed assistito al concerto della Banda Musicale Città di Paceco diretta dal m' Claudio Maltese.

L'intera somma verrà accreditata su uno speciale conto corrente istituito dalla Giunta Tranchida presso la tesoreria comunale, anche al fine di assicurare la massima trasparenza gestionale della raccolta fondi, per poi essere destinati in favore delle comunità bisognose.

Al via intanto, per il perseguimento della medesima finalità di raccolta fondi pro-comunità terremotate l'organizzazione del mega concerto "NOTE PER AMATRICE" da tenersi il prossimo sabato 10 settembre al Campo Bianco di San Giuliano, patrocinato dall'Amministrazione Ericina e promosso da una serie di Associazioni e Band Musicali costituenti "Trapani for Amatrice".

Patrocinata al pari l'iniziativa promossa dall'Associazione Gruppo Sacro dei Misteri / Simulacro "L'Addolorata" nell'ambito del progetto "Regala un Sorriso" con la raccolta di un giocattolo nuovo da donare ai bambini delle famiglie terremotate in occasione del prossimo Natale, che oltre ad interessare nei prossimi mesi tutte le scuole ericine, intanto ha aperto 3 punti di raccolta:
1) Associazione L'Addolorata / Cso Vittorio Emanuele 92 Trapani (dalle 17'00 alle 19'00);
2) Croce Rossa Italiana / Cittadella della Salute Casa Santa Erice (dalle 10'00 alle 12'00);
3) Benetton Piazza Martiri d'Ungheria Trapani (dalle 13'00 alle 16'00)  

                                                                         Il Sindaco di Erice Giacomo Tranchida

Utilizziamo i cookies per migliorare l'esperienza d'uso del nostro sito web. Continuando la navigazione accetti la nostra informativa sui cookies. Per saperne di piu'

Ok

Utilizziamo i cookies per migliorare l'esperienza d'uso del nostro sito web. Continuando la navigazione accetti la nostra informativa sui cookies.