Notizie

E la storia continua inesorabile nel suo fluire

Dichiarazioni stampa del vicesindaco Daniela Toscano - 29 settembre 2016

E la storia continua inesorabile nel suo fluire, così l’opposizione consiliare ad Erice propone l’ennesima bocciatura di un atto importante per il territorio e che, immagino, non sarà neanche l’ultima di questo scorcio di legislatura.

Mi colpisce, e colpisce certamente i cittadini tutti, che la minoranza ed in particolare il gruppo consiliare del PSI con i suoi comunicati, appaia soddisfatto e gongolante per come ha a più riprese trattato l’intera vicenda relativa al Campus Universitario ed al Social Housing.
Quanto è in gioco è strategico in termini di sviluppo, occupazione e valorizzazione del territorio per una crescita non solo economica ma più in generale del benessere dei cittadini, considerato che l’intervento verrebbe realizzato in una zona oggi luogo di abbandono e profondo degrado.
Sull’intera vicenda faccio una riflessione: il ruolo dell’opposizione non può e non deve limitarsi ad un atteggiamento di inconcludente aggressività perdendo di vista i propri referenti, i cittadini, per i quali si dovrebbe lavorare. Gli interessi del territorio andrebbero difesi anche dall’opposizione: troppe volte abbiamo assistito ad un forsennato tentativo di sterile protagonismo che ha avuto il solo risultato di mortificare il territorio.
Mi riferisco, ad esempio, al recupero delle periferie degradate, nel cuore di Trentapiedi-San Giuliano, in un’area confiscata alla mafia per la realizzazione di un centro Polifunzionale e il recupero di ulteriori tre palazzine (lotto 14-16-18) cioè 22 alloggi, interventi di pubblica illuminazione, per un importo di 4,17 milioni di euro.
Progettualità, queste, che come quelle del Campus Universitario e del Social Housing, richiedono una maggioranza qualificata di 14 consiglieri, chiamando direttamente l’opposizione a determinarsi nell’esclusivo interesse della comunità.
Bene ha fatto il segretario del circolo PD ericino ad ascoltare e favorire la partecipazione del gruppo PSI nel tentativo nobile e necessario di ricondurre l’opposizione ad una funzione serena e costruttiva con l’unico obiettivo di fare approvare atti deliberativi così importanti per il territorio.
Tentativo, tra l’altro condiviso, dalla segreteria del PD e dallo stesso movimento “Erice che Vogliamo” che avevano individuato un possibile percorso di confronto su temi di grande rilevanza cittadina.
Ciò purtroppo non è avvenuto, non sono prevalsi all’interno del gruppo PSI ne il buon senso, ne il dovere morale ed etico nei confronti della comunità. In ultimo, la bocciatura dell’atto ed i voti sfavorevoli, in particolare, del gruppo PSI rispetto all’emendamento presentato dal segretario cittadino del PD Simonte, nella qualità di consigliere, rappresentano un chiaro atteggiamento di disconoscimento e stucchevole chiusura che non lascia spazi ulteriori di dialogo mancando un comune terreno di discussione.

Daniela Toscano – Assessore e vice Sindaco del Comune di Erice

 

RI-FINANZIATO IL PROGETTO PER LA RIQUALIFICAZIONE DELL’IMPIANTO SPORTIVO DI VILLA MOKARTA - ERICE

Dichiarazione stampa del Sindaco Giacomo Tranchida

In occasione del raduno - precampionato del mondo arbitrale FIGC trapanese, tenutosi ieri mattina al Palazzo Sales di Erice centro storico, il Sindaco Giacomo Tranchida nel portare il saluto della Città, ha reso noto agli intervenuti del rifinanziamento, in seno al Patto per il Sud, del progetto interessante il completamento e la riqualificazione dell'impianto sportivo di Villa Mokarta - Erice, per 1.500.000€.

Tale progettualità, presentata oltre due anni or sono dall'Amministrazione Tranchida, di fatto era stata già "finanziata" dall’Assessorato regionale del turismo, dello sport e dello spettacolo, a seguito del bando regionale relativo all’offerta sportiva linea d’intervento 3.3.2.1, a valere dei fondi PAC, come è noto revocati dal governo nazionale nel 2015 in danno dell'inadempiente Regione. Fondi oggi restituiti da Roma in seno al Patto per il Sud.

In sintesi, i lavori previsti e gli elementi descrittivi più significativi del progetto:
• CAMPO DI CALCIO a 11, mt 100 x mt 60: realizzazione del manto erboso artificiale di ultima generazione (spessore mm 45), come previsto dal Regolamento FIGC LND;
• PISTA DI ATLETICA: necessaria manutenzione straordinaria della pista di atletica;
• SPOGLIATOI: realizzazione di due nuovi spogliatoi e manutenzione straordinaria dell’esistente blocco spogliatoi, comprensivi di locali di primo soccorso e custode;
TRIBUNA: realizzazione di tribuna con 264 posti / sedili per spettatori, n. 4 posti x spettatori D.A., oltre ai servizi igienici per donne, uomini e D.A.;
• IMPIANTO DI P.I. E FONTE ENERGETICA: il fabbisogno dell’impianto sportivo verrà supportato da un impianto fotovoltaico collocato sui nuovi corpi di fabbrica;
• PARCHEGGI E ACCESSI: previsti gli accessi da Via Marconi, con relativo parcheggio, per gli spettatori e da via Tivoli, con parcheggio separato, per i giocatori e gli arbitri;
• INFORMAZIONE E COMUNICAZIONE: prevista la realizzazione di un sistema informativo per la comunicazione con sistema multipiattaforma per offrire informazioni e servizi geolocalizzati;
-> Importo complessivo del PROGETTO, munito del visto CONI: 1.500.000,00 di EURO

“Continuiamo il nostro impegno in favore del mondo sportivo ericino e trapanese, potenziando il sistema dell'offerta impiantistica anche con i prossimi e già appaltati lavori: 1) per la realizzazione del parquet al PalaCardella, la straordinaria manutenzione dell'impermeabilizzazione ed il potenziamento del sistema acustico del palazzetto;
2) per la sistemazione esterna e manutenzioni straordinarie al prospetto della Palestra di San Giuliano.
Contiamo a breve di mandare in gara europea anche il progetto del Campo Bianco / Cittadella dello Sport, finalmente adeguato alla nuova normativa sui lavori pubblici dal CIP.
Non pochi gli interventi realizzati in questi anni in favore del mondo dell sport dalla Giunta Tranchida: dal Bocciodromo di Napola al co-finanziamento e nuova realizzazione di campi di calcetto e polifunzionali per altre discipline, nelle aree parrocchiali a Ballata, Napola, Pizzolungo e Trentapiedi, oltre che realizzati i nuovi campetti di calcetto a San Giuliano, in adiacenza alla Scuola Gemellini Asta e nel quartiere di Pegno. Ripristinate le palestre delle Scuole De Stefano e Walt Disney oltre all'impianto sportivo attiguo alla Scuola Pagoto. Ripristinati e resi efficienti i campi da tennis in Erice capoluogo.
La gestione di detti impianti e' stata affidata ai raggruppamenti delle numerosissime ed appartenenti a diverse discipline sportive Associazioni sportive ericine, ospitando anche diverse Associazioni trapanesi notoriamente private di disponibilità pubbliche.
Di questi giorni completati i lavori della pista ciclabile urbana, comprensivi dei collegamenti zona mare / montagna per la Montain Bike in alternativa ai sentieri CAI già realizzati.
Investire nello sport - continua Tranchida citando l'impegno della Vice Toscano e dell'Assessore alle Grandi Opere Mauro - così come nel rendere più belle, sicure e confortevoli le nostre scuole e' stato uno obiettivo programmatico costante volto ad assicurare ai nostri giovani opportunità formative, educative e ricreative che vedevano invece Erice rimasta gravemente indietro per incuria delle precedenti Amministrazioni, ivi comprese quelle che hanno visto protagonisti nella qualità di Amministratori comunali di Erice taluni degli odierni candidati a Sindaco.

Erice'Solidale

Dichiarazione stampa del Sindaco Giacomo Tranchida

Desidero esprimere un sentito ringraziamento a tutte le donne, giovani e uomini, volontari e artisti, alle Associazioni ed Enti che hanno contribuito e collaborato per l‘ottima riuscita della manifestazione Erice'Solidale …pro comunita’ terremotate, che si e’ tenuta il 30 settembre, venerdì sera a Piazza Pertini in Casa Santa Erice, in una no stop di oltre 6 ore. 

La manifestazione, che ha beneficiato del contributo e attivo sostegno - sotto il coordinamento della delegata Sindaca Carmela DAIDONE - di numerose associazioni e ditte sponsor ha consentito alla nostra comunità di aggiungere ai 13.200,90 € circa, raccolti durante le diverse iniziative in occasione dei festeggiamenti in onore di Maria SS di Custonaci, Santa Patrona della Città di Erice, la somma di 2.796,00€, per un totale di circa 16.000,00€.

Assieme ai molteplici piccoli e grandi artisti esibitesi, la cena solidale composta da “pani cunzato”, melone giallo, vino e sfingi ha permesso agli intervenuti di degustare anche i nostri prodotti tipici.
Durante la serata danza artistica e twirling, scuole di ballo, esposizioni di hobbysti, esibizioni di canto e laboratori per bimbi. Premiati i lavori di 3 bimbi che hanno realizzato elaborati artistici sul terremoto.
Prenderemo adesso, previa intesa con la Protezione Civile Nazionale, contatti con le Comunità di Accumuli, Amatrice e Arquata del Tronto, al fine di meglio individuare la finalizzazione delle somme raccolte.

Mi piace ricordare che tanto e molto di più e' possibile fare lavorando insieme ..della serie: tanta gente che in tanti posti fa tanti piccoli passi, può cambiare il mondo. Buon Cammino e Grazie ancora a tutti, di cuore.                                                                        

La Regione non scherzi col fuoco, rischia di essere alleata dei criminali attentatori


Dichiarazione stampa del Sindaco Giacomo Tranchida

Un ringraziamento di cuore ed il plauso meritorio per i Volontari delle varie Associazioni di Protezione Civile coordinati dal nostro responsabile Dr Tilotta, per i Vigili del Fuoco e gli uomini della Forestale che da ieri sera a stamani, in zone particolarmente avverse ed orograficamente inaccessibili in molti tratti con i mezzi antincendio, hanno potuto limitare i danni dell'ennesimo incendio (indubbiamente di natura dolosa) alimentato dal "favore" del vento.
Salvate da possibili danni le case insistenti sulla fascia pedemontana, grazie anche alla disposta sindacale perimetrazione antincendio privata. Costante e pronto il presidio a tutela della sicurezza viaria dei Carabinieri e dei Vigili Urbani di Erice e limitrofa Valderice, che ha assicurato l'ulteriore supporto di autobotte.
In poche settimane e' il secondo tentativo notturno (vedasi Gianguzzi) operato con criminale strategia da chi è consapevole dell'impossibile intervento aereo notturno dei Canadair per lo spegnimento degli incendi ed in versanti di Monte Erice assai critici ed esposti all'alimentazione incendiaria del vento. Notevole la superficie interessata dall'incendio, circa 50 ettari, per lo più formata da vegetazione spontanea mediterranea ed in particolare distrutta la pineta su Capo delle Scale a confine con Valderice, proprio da dove parte uno dei sentieri CAI che portano alla Chiesa S. Ippolito con doppia biforcazione Runzi/Torretta Pepoli - Quartiere Spagnolo.
Allo stato non vuole essere di certo una nota polemica ma stanotte, presidiando costantemente i vari versanti incendiati, coordinando le intese operative ed "origliando" i commenti degli addetti ..ci si è chiesto come mai la "strategica" autobotte 1 della Forestale, distaccata nella postazione di Capo delle Scale (zona frontaliera l'area in cui è stato applicato l'incendio), risulta essere stata chiamata nel pomeriggio di ieri in soccorso dell'incendio su San Vito Lo Capo, inevitabilmente facendo venire meno la "copertura" e dunque l'immediato idoneo pronto intervento in zona, con la conseguenza inevitabile dell'espansione dell'area incendiata ed il reale pericolo per la vetta di Erice e la zona Marotta di Valderice.
Non voglio di certo alimentare polemiche ma neanche starmi a leccare le ferite e distribuire pacche, meritate (!!!) sulle spalle intanto ai Volontari. Ritengo necessario si faccia luce su tanto, anche perché la stagione a rischio e' ancora lunga.
Le strategie di prevenzione, pur nell'ambito dell'autonomia del Corpo Forestale della Regione debbono essere concertate con i Comuni e le locali Autorità di Protezione Civile, che non possono essere relegati solo a fornire uomini / volontari, mezzi sostitutivi (atteso che uno dei due moduli della stessa Forestale ieri notte non poteva financo intervenire prontamente in zone scoscese perché quasi privo di freni!!!) e acqua oltre ..a tanta pasienza ed impegno civile per salvaguardare poi, innanzitutto un bene demaniale della stessa Regione qual'e' Monte Erice. La Regione non può garantire uomini e mezzi per salvaguardare il "suo" Monte. Lo dica chiaro Crocetta e compagni, affidi al Comune di Erice tale immenso patrimonio e la mia Amministrazione oltre a fare il mestiere dell'EAS per la manutenzione delle reti idriche si farà carico di rimboschire e tutelare direttamente Monte Erice ...basta ci si conceda la deroga al Patto di Stabilità ..abbiamo tante risorse dei cittadini ericini e di una comunità enorme oltre confine comunale che ha già "adottato" il Monte, dalla storia dei secoli.

Sistema turistico culturale / Sicilia occidentale

La parte occidentale della provincia di Trapani presenta la sua proposta al Ministero dei Beni Culturali. Una coalizione composta dai Comuni di Alcamo, Buseto Palazzolo, Calatafimi-Segesta, Castellammare del Golfo,Custonaci, Favignana, Marsala, Mazara del Vallo, Paceco, Pantelleria, San Vito Lo Capo, Trapani, Valderice e Vita con il Comune di Erice capofila della coalizione, hanno presentato la loro proposta di partecipazione al bando del Ministero dei beni culturali.

Con l’attuazione dell’intervento proposto il territorio intende realizzare un sistema integrato che operi per la “valorizzazione” dei beni culturali che devono sempre di più divenire fonte di sviluppo per l’economia del territorio. L’intervento punta, quindi, a realizzare un governo unico e condiviso del sistema dei beni culturali secondo una logica di Distretto per la creazione di un’offerta culturale e turistico-culturale, omogenea e complementare, e di forte appeal che possa garantire la tutela, la valorizzazione e la fruizione del patrimonio storico ed ambientale, al contempo trasformando tale patrimonio in “brand” per supportare le azioni di diversificazione e destagionalizzazione dei flussi turistici.

In tale strategia si innesta una specifica azione diretta ad analizzare la fattibilità, ed ove verificato ad avviare il percorso, di una o più candidature del territorio e dei sui principali attrattori culturali ed ambientali quale patrimonio dell’umanità tutelato dall’Unesco.
Partner importanti del progetto: il Distretto Turistico e il Gal Elimos, che hanno supportato l'intero progetto sia dal punto di vista tecnico che da quello amministrativo.
Altri importanti partner pubblici e privati si sono aggiunti accrescendo ancora di più il valore della coalizione come: Confindustria, il Libero Consorzio dei Comuni della prov. di Trapani, la Fondazione Erice Arte, la Fondazione degli architetti del Mediterraneo di Trapani "Francesco La Grassa" , il Luglio Musicale Trapanese, il GAC Torri e Tonnare del litorale Trapanese e l'Associazione Pro Loco UNPLI.

<<Esprimiamo grande soddisfazione nell'essere riusciti ad elaborare una proposta credibile e strategica, coinvolgendo quasi tutta l'ex provincia di Trapani e moltissimi partner istituzionali. che ringraziamo per la fiducia, con determinazione continuando quel percorso di unità di intenti che va oltre gli steccati politici e guarda invece con fiducia alle potenzialità del territorio che, se espresse in modo unitario, assumono un valore aggiunto che sarà nel tempo sicuramente vincente e strategico per lo sviluppo che vogliamo - affermano all'unisono l'Ass.re Gianni Mauro e il Sindaco Giacomo Tranchida del Comune di Erice, capofila del progetto / candidatura>>.

 

Maria SS. di Custonaci - Santa Patrona della Città di Erice e delle comunità agro-ericine "comunità solidale pro-popolazioni colpite dal terremoto"

Dichiarazione stampa del Sindaco Giacomo Tranchida


Con i tradizionali giochi pirotecnici, sulle note del cantico Magnificat, ieri notte si sono concluse le festività e funzioni religiose e civili, dedicate a Maria SS. di Custonaci, Santa Patrona della Città di Erice e delle comunità dell'agro-ericino.

Festività contraddistinte dalla grave tragedia che ha colpito migliaia di famiglie italiane a causa del terremoto nel centro Italia, mentre all'orizzonte non sono ancora spenti gli echi degli eccidi terribili del terrorismo e continuano senza sosta gli sbarchi di migranti in cerca di libertà e futuro.

Da subito concertate, anche con la locale comunità parrocchiale, una serie di azioni che, intanto, hanno portato ad una prima raccolta fondi (pubblici e privati), in favore delle comunità colpite dal terremoto, in occasione delle giornate dedicate alla Santa Patrona, comportando nei giorni 30 e 31 agosto 2016, il ricavato disponibile di € 13.202,00 come segue:

1) € 420,00 dalle libere offerte della comunità partecipante alla processione di Maria SS. di Custonaci del 31/8;
2) € 6.000,00 provenienti, in compartecipazione dalla Città di Erice e dalla ditta SOES, dai ticket del gettito parcheggi a pagamento;
3) € 4.000,00 provenienti dalla FuniErice (società' di gestione della funivia partecipata dal Comune di Erice e dal Libero Consorzio dei Comuni della prov Trapani)
4) € 1.482,00 provenienti dalla Fondazione Erice Arte (partecipata dal Comune di Erice), quale somma equivalente dai ticket, scaturenti nei giorni 30 e 31/8/2016, dagli accessi turistico-museali al Castello di Venere, Torretta Pepoli, Quartiere Spagnolo, Museo Cordici ed Erice in Miniatura/Sales;
5) € 200,00 equivalenti dai ticket del gettito scaturente nei giorni 30 e 31/8/2016 dal servizio bagni pubblici nel centro storico gestiti dalla Comunità Terapeutica Saman;
6) € 1.100,00 le libere offerte degli spettatori/visitatori che hanno partecipando al "villaggio medievale" organizzato dal Gruppo Medievale Monte San Giuliano - Erice ed assistito al concerto della Banda Musicale Città di Paceco diretta dal m' Claudio Maltese.

L'intera somma verrà accreditata su uno speciale conto corrente istituito dalla Giunta Tranchida presso la tesoreria comunale, anche al fine di assicurare la massima trasparenza gestionale della raccolta fondi, per poi essere destinati in favore delle comunità bisognose.

Al via intanto, per il perseguimento della medesima finalità di raccolta fondi pro-comunità terremotate l'organizzazione del mega concerto "NOTE PER AMATRICE" da tenersi il prossimo sabato 10 settembre al Campo Bianco di San Giuliano, patrocinato dall'Amministrazione Ericina e promosso da una serie di Associazioni e Band Musicali costituenti "Trapani for Amatrice".

Patrocinata al pari l'iniziativa promossa dall'Associazione Gruppo Sacro dei Misteri / Simulacro "L'Addolorata" nell'ambito del progetto "Regala un Sorriso" con la raccolta di un giocattolo nuovo da donare ai bambini delle famiglie terremotate in occasione del prossimo Natale, che oltre ad interessare nei prossimi mesi tutte le scuole ericine, intanto ha aperto 3 punti di raccolta:
1) Associazione L'Addolorata / Cso Vittorio Emanuele 92 Trapani (dalle 17'00 alle 19'00);
2) Croce Rossa Italiana / Cittadella della Salute Casa Santa Erice (dalle 10'00 alle 12'00);
3) Benetton Piazza Martiri d'Ungheria Trapani (dalle 13'00 alle 16'00)  

                                                                         Il Sindaco di Erice Giacomo Tranchida

Incontro con l'Autore: il mare di Sebastiano Tusa

Giovedì 1 settembre alle 17,30 presso Piazzetta San Giuliano verrà presentato il nuovo libro, edito dalla casa editrice siciliana Edizioni di Storia e Studi Sociali, Primo Mediterraneo - Meditazioni sul mare più antico della storia di Sebastiano Tusa.

Interverranno insieme all’autore prof. Sebastiano Tusa, il Sindaco Giacomo Tranchida, il prof. Salvatore Costanza, storico e il dott. Salvatore Denaro, Direttore dei servizi culturali del Comune di Erice.
La presentazione sarà un momento di incontro e di discussione attorno alla storia della nostra terra collocata al centro dei percorsi di popoli, mercanti e religiosi e al Mare Mediterraneo, nodo fondamentale degli scambi e della creazione di un’identità che è somma di tradizioni, usi e religioni.

 allegata locandina

Allegati:
FileDimensione del File
Scarica questo file (Tusa Erice (2).pdf)Tusa Erice (2).pdf738 kB

Maria SS. di Custonaci - Santa Patrona della Città di Erice e delle comunità agro " comunità solidale pro popolazioni colpite dal terremoto "

In occasione delle imminenti festività e funzioni religiose e civili, dedicate a Maria SS. di Custonaci, Santa Patrona della Città di Erice e delle comunità agro-ericino, d'intesa con il Parroco Don Pietro Messana, acquisita la disponibilità dei vertici di FuniErice e del socio Libero Consorzio di Trapani, nonché della ditta SOES SpA gestore dei parcheggi comunali a pagamento, altresì della Comunità Saman, del Gruppo Medievale Monte San Giuliano-Erice e della Banda Musicale di Paceco, con il supporto promo dei locali media che aderiranno, si è convenuto di effettuare una raccolta fondi solidaristica da destinare in favore delle comunità duramente colpite dal terremoto nel centro Italia, come segue: 

1) tutte le libere offerte degli spettatori/visitatori che aderiranno alla raccolta "fondo di solidarietà" partecipando al "villaggio medievale" il 28/8/2016 (dalle ore 10'00 alle ore 19'00 - organizzazione Gruppo Medievale Monte San Giuliano Erice) in via Chiaramonte in Erice centro storico ed al concerto della banda musicale di Paceco che avrà luogo martedì 30/8 in Piazza della Loggia, sempre nel centro storico, a far ora dalle 21’00;

2) tutte le libere offerte della comunità partecipante alla processione di Maria SS. di Custonaci del 31/8, a far ora dalle 18'00 nel centro storico;

3) 6000€ provenienti, in compartecipazione dalla Città di Erice e dalla ditta SOES, scaturenti dai ticket provenienti dal gettito parcheggi a pagamento dei gg. 30-31/8/2016;

4) 4000€ scaturenti dai ticket del gettito servizio funiviario da e per Erice centro storico nei gg. 30 e 31/8/2016;

5) l'equivalente dei ticket del gettito scaturente nei giorni 30 e 31/8/2016 dagli accessi museali Castello di Venere, Torretta Pepoli, Quartiere Spagnolo, Museo Cordici ed Erice in Miniatura/Sales, gestiti dalla Fondazione Erice Arte;

6) l'equivalente dei ticket del gettito scaturente nei giorni 30 e 31/8/2016 dagli accessi ai bagni pubblici nel centro storico gestiti dalla Comunità Terapeutica Saman.

Si terrà in silenzio e senza musica in omaggio alle vittime del recente anzidetto terremoto la tradizionale sfilata e successiva consegna delle chiavi della Città' da parte del Sindaco di Erice Giacomo Tranchida alla Santa Patrona Maria SS. di Custonaci presso la chiesa Madrice martedì 30/8 ore 18,00, accompagnato dai colleghi Amministratori dei Comuni dell'agro ericino e dal corteo storico-medievale.

                                                                    Il Sindaco di Erice Giacomo Tranchida

Erice eventi d’Estate 2016 - Inaugurazione “I sentieri delle Orchidee”

 

Sabato, 27 agosto 2016, alle ore 17 presso il Quartiere Spagnolo, nell’ambito degli Eventi d’Estate, verrà inaugurato, all’interno del sentiero 602 P.ta Castellammare -Tre Chiese, il percorso denominato “I sentieri delle Orchidee”, una passeggiata che consente di ammirare, oltre alla bellezza del paesaggio, anche in alcuni periodi dell’anno questi affascinanti fiori naturalizzati sul posto.

Il Lions Club di Trapani, nell’anno del "centenario dell'associazione" ha voluto sponsorizzare l’iniziativa e consegnerà al Sindaco di Erice una serie di pannelli situati lungo il percorso dotati anche di una App (QRcode) esplicativa sia delle evidenze storiche e naturalistiche che delle orchidee che nascono e crescono in maniera spontanea lungo questo sentiero.

Seguirà una passeggiata lungo il sentiero, con partenza dal Quartiere Spagnolo fino alla Chiesa di S. Ippolito.

Allegata locandina

Allegati:
FileDimensione del File
Scarica questo file (1°- i sentieri dell'orchidea.jpg)1°- i sentieri dell'orchidea.jpg140 kB

Erice eventi d’Estate 2016 - terza edizione di ArtinJazz.

 

Mercoledì, 10 agosto 2016, alle ore 21 presso Piazzetta San Giuliano, nell’ambito degli Eventi d’Estate organizzati dal Comune di Erice in collaborazione con la Fondazione Erice Arte, si terrà la terza edizione di ArtinJazz.

Si esibiranno Fabrizio Pezzino (batteria), Roberto Brusca (piano), Silvio Barbara (tromba) e Salvo Alestra (contrabbasso); al loro fianco l’artista Giovanna Colomba che realizzerà nel corso del concerto un’opera d’arte.

 

Sottocategorie

Utilizziamo i cookies per migliorare l'esperienza d'uso del nostro sito web. Continuando la navigazione accetti la nostra informativa sui cookies. Per saperne di piu'

Ok

Utilizziamo i cookies per migliorare l'esperienza d'uso del nostro sito web. Continuando la navigazione accetti la nostra informativa sui cookies.