EricèNatale, il programma completo degli eventi

Pubblicato il 16 dicembre 2021 • Comune , Eventi , Turismo

IL PROGRAMMA DI ERICÈNATALE

 

8 DICEMBRE

ore 17.00 · PIAZZA DELLA LOGGIA

Accensione dell'Albero di Natale

PER LE VIE DEL BORGO

Zampognari Siciliani

ore 18.00 • CHIESA DI SAN MARTINO
Palermo Spiritual Ensemble

Ingresso gratuito

I Palermo Spiritual Ensemble sono una formazione costituita da varie tipologie vocali che propone un concerto capace di creare un’atmosfera magica e d’altri tempi che fonde il Jubilee nero-americano più tradizionale, alle esecuzioni austere del bel canto più vicine alla religiosità ed al modo di pregare bianco-europeo, non tralasciando la voglia di sperimentare l’accoppiamento fra l’armonizzazione gospel e il testo in dialetto siciliano, tentativo al momento assolutamente unico.

Sebastiano Alioto alla batteria, Diego Spitaleri al pianoforte, Dino Pizzuto alle tastiere, Vincenzo Noto al basso, Anna Bonomolo, Gabriella Portallo, Vito De Canzio, Beppe Vella, voci.

 

9 DICEMBRE ore 17.30 PALAZZO SALES

Incontro con L'autore

Daniele Mencarelli

a cura dell'Istituto Superiore "Ignazio e Vincenzo Florio"

Terzo appuntamento del corso “Libriamoci“, rassegna di Incontro con l’Autore, organizzata dall’Istituto Superiore ‘I. e V. Florio’ di Erice in collaborazione con la Libreria Galli Salve – Ubik Erice. Ospite della giornata sarà lo scrittore Daniele Mencarelli, che presenterà il suo ultimo libro dal titolo “Sempre tornare“.

Daniele Mencarelli ha scritto un romanzo vitale e intimo, che ha dentro il sole di un’estate in cammino lungo l’Italia, l’energia impaziente dell’adolescenza e la lingua potente di uno scrittore al massimo della sua forma. È l’estate del 1991, Daniele ha diciassette anni e questa è la sua prima vacanza da solo con gli amici. Due settimane lontano da casa, da vivere al massimo tra spiagge, discoteche, alcol e ragazze. Ma c’è qualcosa con cui non ha fatto i conti: se stesso. Questo viaggio lo battezzerà all’arte più grande di tutte. L’arte dell’incontro.

 

11 · 12 DICEMBRE

Zampogne dal Mondo

Rassegna Internazionale di Musiche e Strumenti Popolari

 

18, 19, 20, 21 DICEMBRE

NELLE SCUOLE E PER LE VIE DEL BORGO

Zampognari Siciliani

 

18 DICEMBRE

ore 10.00/13.00 · CONVENTO SAN CARLO

Laboratorio di pasticceria aperto al pubblico

(è necessaria la prenotazione renda.anna@alberghieroerice.edu.it)

ore 16.30 · CONVENTO SAN CARLO
Inaugurazione mostra fotografica "Con20sguardi"

a cura dell'Istituto Superiore "Ignazio e Vincenzo Florio"

ore 18.00 · CHIESA DI SAN MARTINO

Dino Pizzuto

L'ultimo quarto della notte

Pianoforte - Ingresso gratuito

Pianista, tastierista, compositore. L’ULTIMO QUARTO DELLA NOTTE è il primo disco di composizioni inedite di Dino Pizzuto. Saranno eseguiti brani per pianoforte contenuti in questo lavoro.

Già il titolo dell’album descrive una suddivisione della notte in 4/4 dei quali, proprio l’ultimo, è, per l’artista, il momento congeniale più florido sia per la riflessione sia per la creatività.

Un viaggio nella sua vita musicale, contiene le composizioni più rappresentative della sua ultima produzione di compositore e pianista e rappresenta sicuramente una chiave di ingresso nel mondo della musica evocativa.

La sua musica è accostabile alla musica da colonne sonore cinematografiche anche se è molto accentuata la sua vena melodica, anche nei brani più orchestrali.

I brani contenuti all’interno dell’album sono affreschi della vita, racconti in cui ognuno di noi può trovare la propria dimensione.

 

19 DICEMBRE ore 18.00 CHIESA DI SAN MARTINO

Diego Spitaleri

Piano solo - Ingresso gratuito

Pianista e compositore. Dopo lo stop dovuto alla pandemia Diego Spitaleri riprende la sua attività solistica con un concerto di "solo piano" nel quale presenterà alcuni nuovi brani composti e registrati durante il lockdown.

Gran parte della sua nuova produzione è influenzata dagli stati d'animo vissuti nel periodo pandemico: un momento di riscoperta, rivalutazione e riflessione su sentimenti, affetti.

 

22 DICEMBRE ore 18.00 CHIESA DI SAN MARTINO

Mauro Carpi Quintet in "Merry Christmas and happy New Swing" Rivisitazioni in chiave swing di brani natalizi -Ingresso gratuito

Appuntamento con la grande musica con Mauro Carpi, violinista trapanese che vanta numerose incisioni e collaborazioni con artisti nazionali e internazionali. Da sempre simbolo per eccellenza della musica ‘colta’, il violino ha attraversato con la sua voce anche la storia del jazz dimostrando di possedere un’anima pienamente ‘swing’. Un concerto jazz, con songs natalizie tradizionali e rivisitate. Con Mauro Carpi, Tony Terrasi al piano, Giacomo Bertuglia al contrabbasso, Gabriele Palumbo alla batteria, Antonella Parnasso alla voce.

 

23 DICEMBRE ore 18.00

CHIESA DI SAN MARTINO

Folkinduo - Ingresso gratuito

CIARAMEDDA” “Canta Sona e Cunta” è il titolo dello spettacolo concerto.

La magia del Natale si plasma attraverso i suoni della tradizione siciliana, con strumenti agropastorali come friscalettu, zampogna, ciaramella e tamburi a cornice, il tutto accompagnato dalla voce e dalle dolci note della fisarmonica. Canti e melodie tradizionali della nostra terra, capaci di rapire e di colpire dritto al cuore. Lo spettatore vivrà antiche e nuove atmosfere, con canti natalizi, canti di storie di passione, amore e lotta che si uniscono in un mix di energia ed eleganza, dove la musica è la protagonista, con l’intento di valorizzare la cultura musicale tradizionale, con particolare attenzione al grande patrimonio che la Sicilia offre. Emanuela Fai, alla voce e chitarra e castagnette, Virginia Maiorana, alla fisarmonica, voce, tamburi a cornice, marranzano, cassa, Duilio Virzì ai tamburi a cornice, Gioacchino Comparetto alla zampogna, fiscalettu.

 

26 DICEMBRE ore 18.00

PER LE VIE DEL BORGO

Zampognari Siciliani

 

27 DICEMBRE ore 18.00

PER LE VIE DEL BORGO

Dixieland City e giocolieri

 

28 DICEMBRE ore 18.00 CHIESA DI SAN DI GIOVANNI

Noa & Gil Dor in concert

Noa, voce e percussioni. Gil Dor, chitarra – Ingresso gratuito

Sono trascorsi più di 30 anni da quando il professore di musica della Rimon School di Tel Aviv, Gil Dor fece il suo primo concerto con la più promettente delle sue allieve, la giovanissima ACHINOAM NINI. Da allora un successo ininterrotto in tutto il Mondo.

Anche se via via, la nascita di NOA col primo album internazionale prodotto nel 1994 da Pat Metheny, ha portato i due artisti a mettere su quartetti, quintetti, sestetti e anche più, la formula del duo è rimasta la più autentica e forse la più apprezzata dal pubblico.

In duo sono nati anche gli ultimi albums, da Letters to Bach all'ultimo Afterallogy, dedicato interamente al jazz.

Il duo consente un'escursione nella trentennale carriera di Noa e Gil Dor, con le canzoni più conosciute, privilegiando la purezza e il rigore stilistico della voce e chitarra, a volte impreziosite dalla maestria di Noa alle percussioni.

 

29 DICEMBRE ore 18.00

Spettacoli itineranti per i bambini

Teatro Atlante

 

30 DICEMBRE ore 11. 00/13. 00 PER LE VIE DEL BORGO

Dixieland City e giocolieri

 

31 DICEMBRE ore 18.00/20.00 PER LE VIE DEL BORGO

Ottoni Animati

Gli Ottoni Animati sono il risultato di una continua ricerca tra i suoni della tradizionale banda siciliana e la musica moderna. Il suono che esce da questo mix è spontaneo e molto esplosivo. Il loro scopo è far rivivere la cultura siciliana attraverso i suoni degli strumenti a fiato per rievocare i ricordi delle passate celebrazioni dei paesi, dove la musica è stata affidata alla banda, portando l’amore e la passione dei musicisti tra la gente.

 

1 GENNAIO ore 18,oo

CHIESA DI SAN MARTINO

Trio Quiròs - Ingresso gratuito

Francesca Adamo Sollima, soprano, Mauro Schembri al mandolino e Fernando Mangifesta alla fisarmonica. Il Trio nasce nel 2018 dall’amicizia dei tre giovani musicisti e dalla curiosità di esplorare nuove sonorità e possibilità ritmiche ed espressive. Il repertorio proposto, in cui la voce si muove in maniera fluida e si adatta a stili e a linguaggi differenti con estrema flessibilità, spazia con disinvoltura all’interno dell’area geografica americana, dal jazz di Gershwin al musical di Leonard Bernstein, fino alla musica argentina di Piazzolla e Ramirez, abbracciando anche aspetti della canzone nel Novecento, fra cui Kurt Weill.

 

2 GENNAIO ore18.00

CHIESA DI SAN GIOVANNI

Giovanni Sollima

Violoncello - Ingresso gratuito

Da un lato la cultura popolare e la danza, da sempre inesauribili fonti di ispirazione per i compositori, dall’altro una forma di sacralità ma anche di ritualità che - senza barriere - ha attraversato i generi musicali. Un breve viaggio lungo 300 anni. Il rito dell’improvvisazione/composizione estemporanea, ma anche un concerto dalla irrefrenabile voglia di condivisione con il pubblico. 

 

4 GENNAIO ore 18.00

CHIESA DI SAN MARTINO

Orchestra Sheherazade

direttore Luigi De Vincenzi - Ingresso gratuito

Un’orchestra giovanile composta da allievi ed ex allievi delle scuole ad indirizzo musicale della provincia di Trapani e da studenti del Conservatorio “A. Scontrino” di Trapani. 

 

5 GENNAIO ore 17.00

Spettacoli itineranti per i bambini
Teatro Atlante

 

6 GENNAIO ore 18.00

CHIESA DI SAN MARTINO

I racconti del presepe di e con Salvo Piparo. Con Egle Mazzamuto, Michele Piccione, polistrumentista – Ingresso gratuito

Uno spettacolo che accende le luci su un presepe immaginario, creando l’atmosfera giusta per ritrovare il senso più profondo delle feste, quello che vede riunire le famiglie o bandire a festa le tavole. Un momento di aggregazione dopo un lungo periodo fatto di privazione e isolamento.

Il Natale è un cunto fatto di racconti di strada sotto la luce fioca del Natale, farcito di antichi e romantici strumenti musicali e ballate della tradizione.

Insieme ai canti di Egle Mazzamuto e ai ritmi incalzanti e passionali della tradizione con nenie e novene sbiadite di uno spartito ritrovato e rispolverato che sembrano raffigurare un cartellone naif, ora farseschi ora valenti spadaccini di sonorità e cunti dedicati alla città. 

Un gioco narrativo, una lezione sulla bellezza della nostra cara terra, ora scrigno di tesori e scranno di “Viceré”, ora generosa dispensatrice di favole.

Salvo Piparo, in carestia di oro, incenso e mirra, preparerà accompagnato dalla voce di Egle Mazzamuto, un po’ Rosa Balistreri e un po’ Amalia Rodrigez, e dal polistrumentista Michele Piccione, crea un intruglio di poetica, satira e tradizioni, per riscaldare il “pubblico-bambinello”.

 

 

Il presente programma potrà subire variazioni per cause meteorologiche o per cause non dipendenti dalla nostra volontà. L'ingresso è contingentato, fino ad esaurimento dei posti a disposizione, nel rispetto delle normative anti Covid 19 vigenti.

Sarà necessaria la prenotazione obbligatoria per il concerto di Noa (28 dicembre) e di Giovanni Sollima (2 gennaio). Per avere informazioni è possibile inviare una mail all’indirizzo prolocoerice@gmail.com o mandare un messaggio su WHATSAPP al +39 3201899137

 

 

 

MERCATINI DI NATALE

a cura dell'Ass. IL BAJUOLO di Erice

PIAZZA DELLA LOGGIA

Aperti nei giorni: 8 dicembre dalle ore 11.00 alle ore 21.00;

11, 12, 18 e 19 dicembre dalle ore 11.00 alle ore 21.00;

dal 23 dicembre al 6 gennaio dalle ore 11.00 alle ore 21.00;

(esclusi 24/12 dalle 11.00 alle 19.00; 25/12 dalle ore 16.00 alle ore 21.00; 31/12 dalle 11.00alle 19.00; 1 gennaio dalle 16.00 alle 21.00).

 

LA CASA DI BABBO NATALE

a cura dell'Ass. IL BAJUOLO di Erice

PIAZZA DELLA LOGGIA

Aperta nei giorni dei mercatini a partire dalle ore 16.00, esclusi i giorni 3, 4 e 5 gennaio. La visita alla casa di Babbo Natale prevede un contributo di 2 euro a persona. I bambini fino all'età di 10 anni non pagano. Eventuale foto con Babbo Natale prevede un ulteriore contributo di 3 euro; la foto verrà stampata direttamente sul posto e consegnata ai visitatori.

 

INFOPOINT

a cura della Proloco di Erice

PORTA TRAPANI

Aperto nei giorni dei mercatini: ore 10.30-18.30

(tranne 24/12 ore 10.30-18.00, 25/12 chiuso,

31/12 ore 10.30-18.00, 1/01 chiuso)

 

DA VISITARE

I siti culturali della Fondazione EriceArte

POLO MUSEALE "A CORDICI"

Aperto nei giorni dei mercatini: ore 10.30-20.00

(tranne 24/12 ore 10.30-18.00, 25/12 ore 16-00-20.00,

31/12 ore 10.30-18.00, 1/01 16.00-20.00)

 

CASTELLO DI VENERE

Aperto nei giorni dei mercatini: ore 10.30-16.00

(25/12 e 1/01 chiuso)

 

I siti culturali della Fondazione Ettore Majorana

ISTITUTO WIGNER-SAN FRANCESCO

ISTITUTO BLACKETT-SAN DOMENICO

Aperto nei giorni dei mercatini: ore 10.30-20.00

(tranne 24/12 ore 10.30-18.00, 25/12 chiuso,

31/12 ore 10.30-18.00, 1/01 chiuso)

Ingresso con Erice Card (6 euro)

 

Gli eventi dell'Istituto Superiore"lgnazio e Vincenzo Florio"

CONVENTO SAN CARLO

con tour delle cucine in pietra dei lavatoi

Aperto nei giorni dei mercatini: ore 16.00-20.00

(25/12, 26/12, 31/12, 1/01 chiuso)

Mostra fotografica "Con2Osguardi" dedicata ai conventi di Erice e ai dolci della tradizione conventuale

Ingresso gratuito

Aperto nei giorni dei mercatini: dal 18 dicembre ore 16.00- 20.00 ( 25/12, 26/12, 31/12, 1/01 chiuso)

 

MOSTRE

Polo Museale “A. Cordici”
I Presepi in Corallo di Platimiro Fiorenza – Ingresso 2 euro

Al Polo Museale “A. Cordici” saranno esposti presepi realizzati in corallo, madreperla, argento, oro, alabastro, avorio fossile e conchiglia.

Platimiro Fiorenza, definito come l’ultimo corallaio, è stato inserito nel Registri delle Eredità Immateriali della Sicilia e nell’elenco dei Tesori Umani Viventi tutelati dall’UNESCO. Considerato questo grande bagaglio artistico-culturale e la ricca partecipazione a mostre, concorsi ed eventi, sottolineata da riconoscimenti prestigiosi a livello internazionale, la figlia Rosadea Fiorenza ha dato vita al progetto “RossoCorallo”, interamente dedicato alla figura di Platimiro Fiorenza e al suo inscindibile rapporto con la tradizione del corallo a Trapani, attraverso iniziative volte a far luce sull’attività svolta sino a quel momento e finalizzate alla promozione della sua arte e alla diffusione della sua opera.

Platimiro Fiorenza ha suscitato l’interesse di molti critici d’arte; ha ricevuto numerosi premi che testimoniano l’unanime riconoscimento del suo impegno nel rilanciare un’arte destinata a scomparire.

 

 

Ventrone – La Vittoria della Pittura - Ingresso con Erice Card (6 euro)

Aperto nei giorni dei mercatini: ore 10.30-20.00 (tranne 24/12 ore 10.30-18.00, 25/12 ore 16.00-20.00, 31/12 ore 10.30-18.00, 1/01 ore 10.30-20.00)

Istituto Wigner-San Francesco

Guttuso e Ventrone – La Vittoria della Pittura - Ingresso con Erice Card (6 euro)

Tele di Luciano Ventrone, “Caravaggio del XX secolo” così definito dalla critica e un quadro di Renato Guttuso, animatore del movimento realista. La mostra, da un’idea di Giordano Bruno Guerri, Lorenzo Zichichi e Vittorio Sgarbi che ne firma la curatela con Victoria Noel-Johnson, è organizzata dalla Fondazione Erice Arte del Comune di Erice, dalla Fondazione Ettore Majorana e dalla Fondazione Giorgio e Isa De Chirico. E’ allestita negli spazi dell’Istituto Wigner–San Francesco e del Polo Museale “Antonino Cordici”  e la visita è inserita nel circuito Erice Card, ticket che al costo di 6 euro include l’accesso al Castello di Venere, ad altri siti culturali e tariffe agevolate per altri servizi, tra cui la funivia.

I Troiani di Sicilia: la Terra e le città degli Elimi – Ingresso con Erice Card (6 euro)

Aperto nei giorni dei mercatini: ore 10.30-20.00 (tranne 24/12 ore 10.30-18.00, 25/12 chiuso, 31/12 ore 10.30-18.00, 1/01 chiuso)

Un progetto del Parco Archeologico di Segesta, diretto dall’archeologa Rossella Giglio, realizzato con il sostegno dell’Assessorato Regionale dei Beni Culturali e in collaborazione con la Scuola Normale Superiore (SNS) di Pisa e la Fondazione “Ettore Majorana” di Erice.

La mostra è articolata in due tempi, per un progressivo avvicinamento alla conoscenza di questa comunità che tremila anni fa scelse l’entroterra trapanese, tra dolci e fertili colline circondate da fiumi e con il mare in lontananza, per mettere radici. Dapprima un’esposizione fotografica, con quaranta stampe di grande formato: ampie vedute aeree che, quasi fosse una perlustrazione geografica con Google Earth, consentiranno ai visitatori di mappare dall’alto territori e paesaggi abitati dagli Elimi, esplorando ossature di edifici e spettacolari monumenti eretti da questa antica popolazione.

A seguire si entrerà nel vivo delle tracce lasciate dalla comunità degli Elimi con una mostra di reperti archeologici – statuette votive, decreti, epigrafi, mensole - provenienti dal museo di Contessa Entellina o dai depositi del Parco di Segesta e mai esposti, che documenteranno la cultura dei “Troiani di Sicilia”, le loro abitudini, i culti e le divinità oggetto di venerazione.

 


Chiesa di San Pietro
La Ceroplastica

dal 26/12 al 6/01 ore 10.00-13.30 e 16.00-18.00

Ingresso gratuito

È un’arte praticata già presso i popoli antichi. Ad Erice la produzione di figure in cera dei santi più venerati fu prerogativa delle suore carmelitane di Santa Teresa, monastero fondato nel 1701. Tipica la produzione de “’U Bamminu”, che presenta la figura singola di Gesù appena nato, circondato da decori floreali e strutture architettoniche dai tenui colori pastello, in differenti pose: da quella dormiente entro una culla, a quella benedicente, con globo in mano secondo l’iconografia del Salvator Mundi.

 

Cori meu –Photography & Urban Street Art”, un progetto fotografico e di urban street art con la direzione artistica di Francesco Ferla e Arianna Maggio, con il patrocinio oneroso del Comune di Erice e dell’Associazione “I Borghi più Belli d’Italia”, il supporto della Diocesi di Trapani e de “La Montagna del Signore”.  “Cori meu”,  in dialetto siciliano, è il Sacro Cuore di Gesù ma è anche un’espressione popolare che esalta il cuore come simbolo della vita, sede degli affetti, dell’anima.Il titolo della manifestazione vuole mettere in evidenza non solo il “cuore” (simbolo nascosto di sentimenti) ma anche la maternità, nel suo profondo significato antropologico e teologico. “Cori meu”, infatti è il modo più dolce che hanno le mamme, per rivolgersi ai loro figli. Un evento che esalta il simbolismo religioso degli spazi sacri e culturali e diventa ispirazione per la fotografia d’autore e l’Urban Street Art.  I simboli religiosi dalla grande capacità di comunicazione universale vengono portati verso l’esterno, nello spazio urbano, con la traduzione interpretativa di numerosi artisti contemporanei. Un percorso dedicato alla scoperta delle chiese e dei siti culturali del borgo medievale. Fotografie di Francesco Ferla e opere open air cattureranno l’attenzione del visitatore. Un perfetto connubio tra fotografia e arte che vedrà le opere eseguite su pannelli mobili e su installazioni temporanee, sulle pareti, lungo le vie del borgo senza stravolgere l’identità del luogo.

 

I Presepi dal Mondo

Via Roma 15-19

dal 26/12 al 6/1: ore 10-13:30 e 16:00-18:00.

Una rassegna di presepi etnici. I presepi etnici parlano della Natività nel linguaggio dell’artigianato popolare e rappresentano significativi esempi di come la tradizione presepiale, inaugurata da San Francesco, sia stata nel tempo fatta propria, e reinterpretata, da tutti i popoli in tutti gli angoli del pianeta, divenendo così una tradizione che accomuna tutti coloro che vogliono simbolicamente rappresentare la nascita di Gesù, Verbo Incarnato. I presepi esposti, di piccole dimensioni, sono realizzati con materiali diversi, dal vetro al legno, dalla ceramica al gesso e, alcuni, in materiali preziosi quali argento, corallo e cristallo. La mostra è un’opportunità per sentire vicini mondi lontani e per vivere l’incontro con altri popoli della Terra, altre società e altre culture, accomunate alla nostra dall’unica Fede in Gesù, Parola di Dio fatta uomo.

Si potrà visitare un grande presepe artigianale nel quale alcuni tra i monumenti più rappresentativi di Erice sono l'ambientazione delle tipiche rappresentazioni presepiali, con statuette realizzate dalle donne ericine negli anni '90 del XX secolo.

 

RUDERI DEL MONASTERO DEL SS. SALVATORE

Suoni e colori di Natale in Monastero

a cura de "La montagna del Signore" - Ingresso gratuito dal 26/12 al 6/1: ore 16.30-19.00

I ruderi dell’antico Monastero del SS. Salvatore potranno essere visitati e apprezzati anche nel periodo invernale in un suggestivo allestimento di suoni, colori e tradizioni tipicamente natalizi. Si metteranno in evidenza gli antichi forni e il laboratorio dove venivano prodotti i dolci natalizi che ancor oggi rendono famosa la pasticceria ericina

 

LE CHIESE

Real Duomo e Torre di Re Federico, San Martino e San Giuliano

7/12 ore 10.00-17:30; 8/12 ore 10.00 -14.00; dal 9/12 al 24/12 ore 10.00-14.00; 25/12 chiuso dal 26/12 al 6/1 ore 10.00-17.30


Ingresso singolo sito € 2,50 – biglietto passe-partout € 6,00

 

Focus su Erice Card

Erice Card consente​ di​ accedere a prezzo ridotto ai siti culturali della città di Erice​ (Castello di Venere, Polo Museale “A. Cordici”, Istituto Wigner-San Francesco, Istituto Blackett-San Domenico).

L’Erice Card, al costo di 6 euro, è valida fino al 6 gennaio 2022, ​ è acquistabile in tutti i siti culturali della​ Fondazione Erice Arte​ e della​ Fondazione Ettore Majorana, nella stazione di valle della cabinovia, all’infopoint del Comune di Erice a Porta Trapani​ ed anche online sul sito: https://fondazioneericearte.org/prodotto/erice-card/.

Pertanto, oltre all’accesso ai siti culturali, consentirà di​ usufruire di sconti pari almeno al 10% per soggiornare in alberghi o recarsi nei ristoranti convenzionati​ e di​ tariffe agevolate per viaggiare in funivia​ così come segue:

·​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​CAT. A – Utenti residenti in provincia di Trapani –​ 5 euro per il primo transito, 2 euro per i successivi;

·​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​CAT. B – Utenti italiani non residenti in provincia di Trapani –​ 8.50 euro per il primo transito, 4 euro per i successivi;

·​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​CAT. C – Utenti residenti all’estero –​ 9.50 euro per il primo transito, 4 euro per i successivi.

CARTELLA STAMPA EricèNatale definitiva
Allegato formato docx
Scarica