Oggi la seconda giornata di "Non ti scordar di me"

Pubblicato il 1 aprile 2022 • Comune , Scuola

Erice, 1 aprile 2022. Sala gremita di studenti, questa mattina, al Polo Universitario di Trapani, per l'apertura della seconda giornata del calendario di iniziative "Non ti scordar di me" che Comune di Erice e Libera, associazioni, nomi e numeri contro le Mafie, hanno organizzato in occasione del 37° anniversario della strage di Pizzolungo, che ricorrerà domani.

Stamattina sono intervenuti, dinanzi agli studenti delle scuole del territorio, il Procuratore della Repubblica di Trapani, Dott. Gabriele Paci, ed il noto giornalista e scrittore, firma di La Repubblica, Salvo Palazzolo. A moderare il dibattito, che ha visto anche gli interventi del presidente dell'Ordine dei giornalisti di Sicilia, Roberto Gueli, del vice segretario regionale dell'Assostampa, Roberto Leone, e della sindaca di Erice, Daniela Toscano, è stato il giornalista Rino Giacalone, portavoce di Articolo 21. Presenti in sala anche Margherita Asta, figlia di Barbara Rizzo e sorella dei gemellini Salvatore e Giuseppe, il presidente del Tribunale di Trapani, dott. Andrea Genna, il sindaco di Trapani, Giacomo Tranchida, e le assessore del Comune di Erice, Rossella Cosentino e Carmela Daidone.

Tanti i temi trattati che hanno seguito il filo conduttore dell'esigenza di legalità che può e deve permeare soprattutto tra i giovani che rappresentano il futuro di questo territorio. Molto apprezzato l'intervento del dottor Paci che, tra le tante cose, ha raccontato anche il delicato ruolo del magistrato impegnato nella lotta alla mafia e come esso si è evoluto nel tempo; così come apprezzato è stato l'intervento del giornalista Palazzolo che ha coinvolto la platea su svariati argomenti, in particolare sull'importanza dell'uso delle parole e sull'esigenza del racconto coraggioso dei fatti.

A seguire sono stati premiati i vincitori della VI edizione del concorso giornalistico dedicato a Santo della Volpe, compianto giornalista, ex inviato del Tg3, socio fondatore dell'associazione Articolo 21 e vice presidente di Libera Informazione. Il concorso è stato promosso da Comune di Erice, Libera, FNSI, Ordine dei Giornalisti di Sicilia, USIGRAI, Articolo 21, Liberainformazione.

Gli elaborati sono stati esaminati da una commissione che ha proclamato vincitrice la giovanissima Maria Sofia Tartamella, studentessa della classe III A dell'I.I.S. Rosina Salvo di Trapani. Il suo elaborato, dal titolo "Cara Sicilia", corredato da un video che è stato proiettato in sala, ha molto colpito tutti i presenti per la maturità e la forza delle parole adoperate. Per chi volesse leggerlo, è scaricabile in allegato.

Il secondo miglior elaborato è stato quello di Mario Piazza della classe III B del Liceo Classico I.I.S. Fardella Ximenes di Trapani) dal titolo "La mafia, minaccia alla democrazia". Terzo è risultato invece quello di Antonino Genco, studente della classe V F del Liceo Scientifico I.I.S. Fardella Ximenes di Trapani, dal titolo "La mafia nasce agraria e si fa impresa". Anche loro hanno ricevuto i complimenti dei presenti, così come tutti gli altri studenti che hanno partecipato al concorso.

Nel pomeriggio, alla Sala Sodano di Palazzo D'Alì, sede del Comune di Trapani, il magistrato Carlo Palermo ha presentato il libro dal titolo "Il Patto – La piramide rovesciata della loggia pi2” (Il Sacro Monte Editore) - Dalle carte sui Rosacroce, a quelle della P2. I riti, le simbologie, i condizionamenti che si nascondono dietro una serie di fatti chiave che hanno riguardato la storia d’Italia. A dialogare con l'autore è stato il giornalista e scrittore Giacomo Pilati.

Domani ultima giornata del programma di iniziative, quella che coinciderà proprio con il 37° anniversario della Strage di Pizzolungo (2 aprile 1985 – 2 aprile 2022): il cosiddetto Giorno della Memoria.

Proprio nel Parco della Memoria di Pizzolungo Piana di Anchise, laddove 37 anni fa avvenne la tragica e barbara strage, a partire dalle ore 09:15 il giudice Carlo Palermo terrà un intervento sul tema "I Martiri della verità". A partire dalle ore 10:00 si terrà poi la cerimonia solenne di commemorazione delle vittime.

A seguire, intorno alle ore 16:30, nella sala "Sebastiano Tusa" della Torre di Ligny, a Trapani, spazio alla premiazione del 1° Contest fotografico “scatti di memoria” promosso da ANM - sottosezione di Trapani, in collaborazione con la Camera penale “Giuseppe Rubino” di Trapani e LIBERA, Associazioni, nomi e numeri contro le mafie. Con il patrocinio dei Comuni di Trapani ed Erice: Un momento di riflessione attiva attraverso la fotografia, sul tema della memoria delle stragi di mafia e, in generale, sul senso e sul valore della legalità all’interno della società civile, dedicato agli studenti delle scuole superiori del territorio trapanese.

Cara_Sicilia...elaborato_01 (vincitore premio giornalistico)
Allegato formato pdf
Scarica