Seguici su
Cerca

Workshop progetto “Siciliae – il Futuro nell’Arte” per formare esperti ceramisti

Pubblicato il 27 maggio 2021 • Sociale

Venerdì scorso, nella Fondazione Majorana di Erice, si è tenuto il primo workshop conoscitivo organizzato dall’Associazione Alliance for African Assistance Italy (AAA Italy) per l’inizio del progetto “Siciliae – il Futuro nell’Arte” dedicato a 15 persone economicamente svantaggiate.

All’incontro erano presenti:

  • Lo staff di AAA Italy, nelle persone di: Alice Lam (Direttrice), Jennifer Convertino (Fund Raising e Comunicazione), Anna Tombari (Resp. Soci), che hanno spiegato le modalità del progetto e conosciuto singolarmente i destinatari del corso;
  • I beneficiari selezionati, che intervenivano pieni di entusiasmo e non vedevano l’ora di cominciare questa nuova esperienza artistica e formativa.
  • Gli insegnanti, nonché artisti della ceramica, i quali hanno illustrato il programma del corso:
    • Nell Savalli – storia dell’artigianato e della ceramica e metodi di cottura
    • Leda Amic – attrezzi materie prime e tecniche di lavorazione
    • Antnio Savalli – colaggio e stampi
    • Annalisa Catalan – tecniche di lavorazione e tornitura.
  • L’Assessora alle politiche sociali del Comune di Erice, Carmela Daidone.

Il progetto “Siciliae – il Futuro nell’Arte” mira all’inclusione sociale di persone emarginate, residenti nei territori di Trapani e provincia, attraverso un corso professionale di ceramica artistica presso il Centro Majorana di Erice (TP). Lo scopo del programma è fornire a persone determinate a migliorare la loro condizione i mezzi necessari per costruirsi una professionalità, motivo per cui al termine del corso i beneficiari inizieranno i tirocini presso laboratori di ceramica, dove avranno l’opportunità di mettere in pratica le tecniche apprese. Infine, i destinatari verranno affiancati, dalla scuola di ceramica e da AAAItaly, nella stesura del cv e nella ricerca di lavoro nel settore. Il progetto è stato ideato e curato da AAA Italy e finanziato dalla Fondazione Terzo Pilatro Internazionale.

«Il progetto andrà a beneficio di tutta la comunità, contribuendo alla crescita economica locale – commenta la sindaca Daniela Toscano -. I mestieri legati all’arte manifatturiera sono una prerogativa storica e culturale di questo paese e sono di nuovo molto richiesti, per questo siamo certi che questo tipo di formazione faciliterà l’inserimento nel mondo del lavoro e favorirà l’integrazione sociale».

«I beneficiari – spiega l’assessora Carmela Daidone che ha presenziato al workshop - daranno speranza e diventeranno un esempio positivo da emulare per altre persone che si trovano in situazioni analoghe. Oltre a sottolineare l'importanza dell'autonomia lavorativa e del progetto per Erice e per la Sicilia tutta, mi sono personalmente fatta promotrice del progetto sul territorio, sostenendo l’associazione nel trovare i beneficiari più bisognosi e motivati».